logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Cambiamenti climatici e piccoli gesti, tre ragazze si mobilitano nella Busa per raccogliere plastica e mozziconi di sigarette

RIVA DEL GARDA. In cima alla lista dei rifiuti che si possono rinvenire senza difficoltà durante una passeggiata c’è sicuramente la plastica, ma non solo, molti mozziconi di sigaretta e anche tanti imballaggi di spuntini consumati e poi gettati a terra, frutto di una cattiva abitudine che contraddistingue ancora troppe persone. A cercare di porre rimedio a questa situazione però ci stanno pensando tre ragazze, tutte e tre diciannovenni e tutte e tre residenti in diversi comuni dell’Alto Garda.

Sono Camilla Betta, Elena Rosà e Bianca Felipe tre giovanissime studentesse con un obbiettivo comune: sensibilizzare le persone riguardo al fenomeno dei cambiamenti climatici e contribuire a ripulire il proprio territorio.

"L’idea mi è venuta durante una passeggiata con mia madre dove ci siamo messe a raccogliere i rifiuti abbandonati lungo la strada", ha affermato Bianca Felipe, fondatrice del gruppo che da tre domeniche a questa parte si è dato appuntamento per ripetere l’iniziativa.

Fondamentale per la decisione di Bianca però è stato un evento tragico, un incidente stradale che solo per puro caso non si è trasformato in tragedia, e che l’ha vista coinvolta assieme alla sua famiglia: "In quel momento mi sono detta basta aspettare, voglio impegnarmi da subito per migliorarmi e essere felice, per farlo ho pensato in primis di lavorare su me stessa passando ad un’alimentazione vegana e poi impegnandomi in favore dell’ambiente".

Una scelta ponderata quella di Bianca che ha dimostrato di essersi ben documentata prima di intraprendere questa strada ma anche di voler abbracciare totalmente questa battaglia facendo una scelta forte nel campo dell’alimentazione. La giovane eco-attivista ha poi menzionato il recente rapporto pubblicato da Onu-Ipcc in cui si afferma che se i vari stati non prenderanno provvedimenti, il riscaldamento globale potrebbe superare la soglia di 1,5 gradi, oltre la quale ci saranno effetti devastanti per il nostro pianeta: “Siamo stati avvisati, per questo è importante agire fin da subito, concentrandoci anche su piccole azioni e passando di volta in volta ad obbiettivi più grandi”.

Bianca è stata tra le migliaia di ragazzi e ragazze che hanno preso parte al primo sciopero per il clima organizzato da ‘Fridays for future’ e sarà a Trento anche il prossimo 24 maggio quando è prevista la seconda iniziativa dello stesso tipo: “Fare informazione è indispensabile, poi è importante mettersi in gioco per provare a cambiare le cose, spesso siamo condizionati dal sistema, dalla società che ci influenza, ma dobbiamo aprire gli occhi e renderci conto che anche con le piccole azioni si può fare molto”.

Ovviamente nessuno si illude che ottenere questo cambiamento sarà semplice, è difficile però non condividere il suo ottimismo, infatti i movimenti "verdi" che si battono in favore dell’ambiente sono sempre più numerosi e, come dimostrato da "Fridays for future", stanno ottenendo un nuovo slancio anche e soprattutto grazie all’impegno profuso dai molti giovani che li animano. Come si diceva il prossimo 24 maggio sarà l’occasione per una nuova giornata di sciopero indetta dal movimento con l’intento di riportare al centro del dibattito politico e sociale i cambiamenti climatici. Per quanto riguarda Bianca, Elena e Camilla anche questa domenica saranno in giro per ripulire alcune aree della città. “Per chi volesse contribuire - fanno sapere le ragazze - l’appuntamento sarà come sempre alle 15 al Porto San Nicolò di Riva del Garda”, l’appello nei giorni scorsi è già stato accolto dall’associazione ambientalista "Rotte Inverse" a sua volta molto attiva su queste tematiche e con iniziative analoghe. 

All rights and copyright belongs to author:
Themes
ICO