Italy
This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Confesercenti il ​​primo giorno di vendita: niente più effetto

Francesca Recine di Fismo Confesercenti

Recine (Fismo Confesercenti): «Ha comprato hanno fatto lo stesso » 

Il saldo non si muove più. O, almeno, usa questa formula invece di questo posto. Il timoredi cui Confesercenti aveva paura alla vigilia del  è stato confermato da prove di fatto. La prima giornata non ha certo generato vendite a Genova. ..

La conferma è di Francesca Recine, presidente dello Stato di Fismo e vicepresidente nazionale dell'associazione rappresentante i negozi di abbigliamento di Confesercenti.

"Sinceramente, spiega, anzi, non ha notato alcuna differenza rispetto al giorno prima. È stata una settimana molto positiva di ripresa dell'attività a livelli pre-Covid. L'impressione è che il

38} chi è venuto a comprare oggi avrebbe fatto lo stesso anche se non ci fossero state vendite. Insomma, l'effetto richiamo non ha funzionato".

"Ogni anno, il presidente di Fismo continua, ma è sempre più convinto che un lancio così anticipato sia controproducente, consentendo così i margini agli espositori. Si è ridotto ed è ora sopraffatto dall'incapacità persino di sedurre i clienti come continua a promuovere durante tutto l'anno.

Quindi d'estate il gran caldo compra gente Contribuisce anche a starne alla larga. Quindi oggi, grazie alla sua presenza, c'era più di ogni altra cosa al fresco ore del mattino e nel centro storico. Di turisti. Ma poi, come puoi vedere, la gente andava al mare».

«Il mondo del commercio è cambiato e occorre che il meccanismo di equilibrio essere completamente modificato -Conclusion Recine-. Le regole del gioco devono essere riscritte. Deve tenere conto delle nuove dinamiche di consumo e intrecciarsi sempre più con il flusso turistico e quindi variare per regione

E preservare davvero l'"equilibrio" dell'istituto Se vuoi, torniamo al significato stesso che questa pratica è nata. Segna il passaggio dall'estate all'inverno e viceversa. Modificare il periodo di validità della raccolta”.