Italy

Coprifuoco | Monta la protesta in tutta Italia, Viminale in allerta

Monta la protesta in tutta Italia dopo l’ultima stretta legata al Dpcm che prevede, tra l’altro, la chiusura dei locali dopo le 18 e lo stop a palestre e attività sportive.

Le città dove si stanno verificando maggiori disordini sono Milano e Torino.

A Torino hanno occupato piazza Castello, a Cremona i ristoratori hanno sbattuto le pentole davanti alla prefettura e poi le hanno lasciate a terra come in un cimitero di stoviglie, a Catania sono state tirate bombe carta bombe carta davanti alla prefettura.

Poi, ancora Treviso e Viareggio con il blocco del traffico e lancio di fumogeni e petardi.

Anche a Genova sono scesi in piazza ristoratori, lavoratori dello spettacolo e no mask.

A Milano a Torino, in questi minuti ci sono momenti di tensione con lancio di fumogeni, molotov e cassonetti incendiati. Con i manifestanti che a Torino, hanno infranto delle vetrine.

Bottiglie sono state lanciate anche contro le forze dell’ordine, mentre c’è un ferito a Torino.

Napoli scende di nuovo in piazza. A Plebiscito si stanno radunando centinaia di persone per protestare contro i nuovi provvedimenti anticovid da parte del governo e della Regione Campania. Diversi gli striscioni. Uno in particolare riporta la scritta “Reddito di salute per tutti la crisi la paghino i ricchi”. A Napoli un manifestante è stato fermato.

C’è massima allerta da parte del Viminale che proprio domani si riunisce.

Football news:

Addio, Papa ' Buba Diop. Grazie a te ho vissuto indimenticabile il più vivido torneo d'infanzia
Nunu su 2:1 con L'Arsenal: abbiamo giocato incredibile, molto orgoglioso. Jimenez è tornato in sé
L'Arsenal ha segnato 13 punti in 10 partite di partenza-il peggior risultato in 39 anni
West Bromwich può acquistare gli investitori dagli Stati Uniti. Proprietario del club cinese vuole 150 milioni di sterline
Lampard sulle parole di Mourinho sui pony: hai Kane, son, Bale e Allie. Siamo tutti in lotta per la vittoria in APL
Mourinho sulla vittoria in APL: il tottenham non è in gara, perché non siamo un cavallo, ma un pony
Laurent Blanc: tornerò a calcio, ma alla scuola materna. Ora gli allenatori chiedono di aumentare il costo dei giocatori, non mi piace