logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Da Salvini a Baby Yoda: i meme più divertenti del 2019

A cercare in rete ce ne sono centinaia, pronti all’uso in ogni momento. Vengono dallo spettacolo e dalla politica, vanno da Baby Yoda a Nancy Pelosi, da Greta a Trump, dagli epic fail ai gesti di vittoria. Tutto diventa meme e assume decine di nuovi significati.

Le classifiche variano da nazione a nazione. L’italico Mark Caltagirone, fittizio fidanzato di Pamela Prati, non è nelle classifiche internazionali, ma da noi ha spopolato. Come tutti quelli del filone politico, veri rappresentanti dello spirito dei tempi a partire dalla crisi di governo passando per merendine tassate e terzo mandato immaginario del Movimento 5 Stelle.

Appena degli ultimi giorni la nuova serie di Salvini e della Nutella.

È internazionale la faccia di Greta Thunberg che fulmina Donald Trump come la Real Housewives of Beverly Hills Taylor Armstrong che urla contro un gatto. Lo stesso vale per Lady Gaga ai Grammy e agli Oscar, qui in compagnia di Bradley Cooper. È sempre un gatto quello che scruta il cielo dell’area 51 alla ricerca degli alieni. Non sono mancati Baby Sussex e Game of Thrones.

Sul podio sale, senza alcun dubbio, Baby Yoda. La versione bambino del saggio maestro spopola negli ultimi mesi dell’anno. Beve il tè, dorme, mangia il gelato. Insomma tutto quello che lo Yoda di guerre stellari non farebbe mai.

A livello internazionale vince, due volte, Nancy Pelosi. La prima è quella dell’applauso al presidente Trump dopo il discorso sullo stato dell’Unione che ha seguito come speaker della Camera. La seconda è di dicembre ed è la sua risposta a un cronista che le parlava di odio. Nancy Pelosi non odia nessuno.

Di tutt’altro, più basso livello, la politica italiana che pure ha spopolato in quanto a meme: dalla crisi di governo alla tassa sulle merendine, dall’estate a Milano Marittima di Matteo Salvini a Di Maio che va in Erasmus al ministero degli Esteri passando per l’«Io sono Giorgia» della Meloni che spopola quanto un rap.

Dal rap ai cantanti il passo è breve: Fedez è biondo e Marco Carta finisce arrestato, vuoi non farci un meme?

LEGGI ANCHE

Tassa sulle merendine? Scoppia l’ironia sui social

LEGGI ANCHE

Mandato zero, l’ironia su Luigi Di Maio che non vuole dire tre

Themes
ICO