Italy

Di Battista: alleanza strutturale con Pd per noi morte nera

"Qualcuno ha paura diventi io capo politico"

01 ottobre 2020"Penso che l'alleanza strutturale con il Pd sia per noi la morte nera". Cosi' Alessandro Di Battista (M5s), nel corso di un'intervista a Piazzapulita su La7. Dal 'pasionario' Di Battista parole durissime che sembrano uno strappo. "Temo che oggi se tutti gli italiani dovessero percepire che il M5s e il Pd sono più o meno la stessa cosa, poi alla fine votano l'originale", mette in guardia l'ex deputato 5 Stelle.

"Così facendo penso che si andrà verso una direzione di indebolimento del M5s e diventerà magari un partito come l'Udeur buono forse più per la gestione di poltrone e di carriere", dice Di Battista.

"Non è quello per il quale io ho combattuto", rintuzza, etichettando l'alleanza strutturale con il Pd come "la morte nera", con un riferimento a Star Wars.

"Qualcuno ha paura diventi io capo politico"


"Io non sono uno che vuole tornare all'opposizione. Io vorrei che il Movimento governasse sempre. Fico, Di Maio, parlano tutti di gestione collegiale, come tornare ai tempi del direttorio. Ci sono anche alcune persone, e riconosco per esempio Nicola Morra e altri, che sono da sempre contrarie al capo politico. Altre persone in questo momento spingono per la leadership collegiale perché c'è il pericolo che possa diventare io, questa è la verità".

Football news:

Flic su 2-1 Con loco: la vittoria sembra meritata, anche se non così sicura come ci aspettavamo
Conte Pro 0:0 con minatore: Inter sulla strada giusta. Abbiamo dominato, ma siamo stati sfortunati
VAR, che ha lasciato loco nel gioco: un rigore a Levandowski si è trasformato in fuorigioco
Fabinho è stato ferito in una partita con Midtulandd. Il Liverpool è stato sostituito da 19 anni Rhys Williams con 3 partite come base
Josep Bartomeu: le dimissioni dopo la retrocessione dalla Champions League sarebbero una soluzione semplice. Ma non è stato possibile lasciare il Barça nelle mani di manager con competenze limitate
Non credevamo affatto in loco, e lui è uscito a combattere e attaccare. È stato bello, grazie
Josep Bartomeu: il Barcellona ha accettato L'offerta di partecipare alla Super League Europea