Italy

Discarica abusiva nell’ex Spav, duemila metri cubi di rifiuti

Inchiesta del Corpo forestale. Trovati anche materiali potenzialmente pericolosi. Il sindaco: speriamo che il sito torni produttivo e che ci siano nuovi posti di lavoro

MARTIGNACCO. Nell’area dell’ex Spav di Martignacco, – storica azienda che per oltre cinquant’anni ha prodotto strutture prefabbricate per l’edilizia e che è stata dichiarata fallita nel 2015 – ci sono montagne di rifiuti, anche pericolosi. A trovarli, in questi giorni, sono stati gli uomini del Noava, il Nucleo operativo per l’attività di vigilanza ambientale del Corpo forestale regionale che avevano ricevuto una segnalazione relativa ad alcuni cumuli di asfalto abbandonato». Invece si trattava di un’enorme discarica abusiva che è stata posta sotto sequestro.

Lastre in fibrocemento tipo eternit, cumuli di residui di intonaci, inerti da demolizioni misti a vetro, tubi e imballaggi di plastica, polistirolo, legname e pannelli, rifiuti urbani, isolanti, fusti contenenti liquidi potenzialmente pericolosi, decine di grandi borse con dentro materiali polverosi, bombole di gas, semilavorati plastici, schienali e sedute di sedie, traversine di legno, cumuli di residui della lavorazione del calcestruzzo, inerti derivanti da demolizioni, un container pieno di lampadine e cumuli di fresato di asfalto per un totale di oltre duemila metri cubi su un’area di circa 70 mila metri quadrati nella zona artigianale, tra le vie Spilimbergo (la 464), Malignani e Maù.



La natura dei materiali, come precisano gli investigatori «induce a pensare che siano residui di lavorazioni di attività artigianali fino a non molto tempo fa operanti in zona e in parte di rifiuti derivanti da attività di manutenzione e da lavori artigianali di diversa natura, scaricati abusivamente. Nonostante la dimensione della discarica, non era facile accorgersi della sua presenza poiché non ci sono accessi visibili all’area e questa è circondata da folta vegetazione e da diversi capannoni». L’area è stata sottoposta a sequestro penale e la presenza della discarica abusiva è stata segnalata alla Procura considerate le violazioni alle norme ambientali in materia di gestione di rifiuti. Per il momento gli autori di questi abbandoni ripetuti sono ancora ignoti. Sarà compito dei Forestali svolgere tutti gli accertamenti utili per poter risalire ai responsabili e imporre loro la rimozione dei rifiuti e il ripristino dell’area.

«Su tutta quella zona – spiega il sindaco Gianluca Casali – il lavoro delle forze dell’ordine è costante. Di recente erano anche intervenuti i nostri carabinieri per verificare che nei capannoni non fossero entrate abusivamente persone. Per quanto riguarda i rifiuti, credo che in parte derivino dalle produzioni passate e in parte siano stati invece abbandonati da terzi che si sono introdotti nell’area recintata. Spero – conclude – che quel sito ritorni presto ad essere produttivo e così ci saranno anche nuovi posti di lavoro. È in corso un’asta e so che diversi gruppi imprenditoriali si sono mostrati interessati all’acquisizione. Speriamo bene, perché è un’area vasta, con tutte le infrastrutture (per esempio la banda ultralarga) ed è in una posizione comoda per quanto riguarda la viabilità, nonché baricentrica a livello regionale».

Football news:

Il Barcellona senza Messi non perde 12 partite consecutive
Ronald Kuman: il Barcellona ha tenuto la settima partita in trasferta consecutiva. Siamo molto indietro rispetto All'Atlético, ma batteremo
Arsenal, Leeds e Hertha sono Interessati a Draxler. Il PSG è pronto a lasciarlo andare e Kerer
Barcellona è Interessante Bernat. Il contratto del difensore con il PSG scade in estate
Mckenny ha celebrato il gol di Bologna in stile Harry Potter, raffigurando una bacchetta magica in mano
Kimmy ha dato 3 assist per la partita per la prima volta dal 2017
Griezmann ha sostenuto battuto a Parigi 15 anni, Ucraino: le forze di te, Yuri. Insopportabili quadri