Italy

E adesso arriva il siluro su Sarri: "Perché ora ci stiamo divertendo"

Aaron Ramsey si è tolto qualche sassolino dalle scarpe e pur senza mai nominarlo ha pungolato l'ex tecnico della Juventus Sarri: "Credo che la differenza è che ora ci sia molto divertimento"

Il nuovo corso alla Juventus si chiama Andrea Pirlo e questo ormai è cosa nota ormai da settimane. Il neo tecnico bianconero ha già incantato alla sua prima ufficiale sulla panchina della Vecchia Signora con un gioco divertente e un dominio del gioco per quasi tutti e 90 i minuti di gioco. Maurizio Sarri rappresenta ormai il passato con Aaron Ramsey che ha punto il suo ex allenatore che nella passata stagione l'ha sempre considerato un rincalzo concedendogli poche chance di potersi imporre alla Juventus.

La puntura di Aaron

Ramsey è stato uno dei migliori in campo contro la Sampdoria e a tratti ha ricordato quel calciatore ammirato per diversi anni tra Arsenal e nazionale gallese. Il 30enne ex Gunners ai microfoni di Sky Sport ha voluto elogiare Andrea Pirlo riservando però un siluro al suo ex tecnico senza mai nominare il suo nome: "Abbiamo un nuovo allenatore, un nuovo staff, nuove idee e noi calciatori siamo molto presi da questo", inizia così il Ramsey pensiero.

"Credo che la differenza è che ci sia molto divertimento. Gli allenamenti sono duri ma danno grande soddisfazione", il commento sibillino del gallese che ha poi continuato incensando il club: "La Juventus è sempre stata ricca di grandi giocatori e questa squadra ne ha tanti. Tutti hanno un ruolo e la possibilità di giocare. Sono sicuro che ognuno aiuterà la squadra a raggiungere gli obiettivi. Sono molto felice della possibilità di giocare insieme a chi ha così tanta qualità in attacco e credo sia possibile giocare tutti insieme in qualche partita". Chissà cosa ne penserà Maurizio Sarri di queste parole dato che dopo il suo esonero si è trincerato dietro un silenzio assordante.

Ramsey ha poi parlato della lotta scudetto dato che la Juventus punterà con decisione al decimo sigillo consecuvito. Sulla strada dei bianconeri però ci saranno diverse squadre tra cui le due milanesi che l'ex Arsenal vede come le più accreditate: "L'Inter è una grande squadra, ha comprato molti giocatori, è una delle sfidanti per lo scudetto, ma anche il Napoli è molto forte. Il Milan ha finito la scorsa stagione molto bene e ha iniziato questa altrettanto bene. Io credo che la Serie A quest'anno sia molto difficile con molta concorrenza per noi".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Football news:

Ronald Koeman: Van Dijk è uno dei migliori difensori del mondo, ma era pigro, ha dovuto lavorare sul personaggio
La nuova versione della riforma della Champions League: il numero di squadre aumenterà a 36, e gruppi, forse, non sarà
Dee Maria non voleva il Manchester United, ma passò per un contratto grasso-e non cadde affatto nella filosofia di Van Gala. L'allenatore e la rapina lo hanno rotto
UEFA ridurre i pagamenti club in Champions league e Europa League per 5 anni a causa di perdite da pandemia
Il figlio di Cherchesov ha subito un'operazione di successo dopo una frattura della mascella. Il periodo di recupero è di 4 settimane
Alberto Zaccheroni: Ibrahimovic ha avuto sul calcio italiano un impatto maggiore rispetto a Cristiano Ronaldo
Lucien Favre: il Borussia non può contare troppo su Holland. Ha trascorso tutte le partite per la nazionale