logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Il significato di Nell’estasi o nel fango, la canzone di Michele Zarrillo a Sanremo 2020

Michele Zarrillo approda a Sanremo 2020, a distanza di tre anni dall'ultima partecipazione al Festival, avvenuta nel 2017, con il brano "Nell'estasi o nel fango". Il cantante romano, tra i veterani della kermesse canora più nota della tv italiana, dopo un periodo di stallo dal punto di vista musicale torna con un nuovo singolo, il cui testo è stato scritto da Valentina Parisse, mentre si è occupato in prima persona della musica, che lo vuole in una versione meno nota al suo pubblico. Zarrillo, infatti, propone un pezzo in chiave elettropop.

Di cosa parla "Nell'estasi o nel fango": il significato della canzone

Un brano dal gusto pienamente sanremese, "Nell'estasi o nel fango" non parla propriamente d'amore come siamo stati abituati dalle precedenti interpretazioni di Michele Zarrillo. Il cantautore e musicista racconta delle difficoltà di parlare apertamente, di liberarsi ed esprimere i propri sentimenti. Parla di una delusione che ha ferito la sua anima, ma la necessità di reagire è più forte del conforto che può dare sostare nel dolore. "Sto qui come vedi, io resto ancora in piedi, sia nell'estasi o nel fango" questo il refrain del brano, un inno a rialzarsi, a lottare contro le difficoltà per riappropriarsi della leggerezza e della libertà, quel grido finale "Sono pronto a rischiare un po' di più" è la chiosa di un pezzo, apparentemente malinconico, che nasconde grinta e passionalità.

Michele Zarrillo a Sanremo 2020

Non è certo la prima volta che Michele Zarrillo è tra i Big del Festival di Sanremo, ma il suo nome annunciato da Amadeus è stata una sorpresa per i fan del cantante, dal momento che la sua ultima partecipazione al Festival risale a tre anni prima, con il brano "Mani nella mani", singolo dell'album Vivere e rinascere. È stato l'ultimo album inciso dal cantante romano, che negli Anni Novanta ha riscosso un grande successo con brani come "Una rosa blu" e "Cinque giorni" che ottennero un grande consenso popolare e anche in termini di vendite. Nonostante sia stato uno dei cantanti più apprezzati nel panorama musicale italiano degli ultimi decenni, Zarrillo è stato per qualche tempo poco presente sul mercato musicale, considerando che l'ultimo disco risale, appunto, a tre anni fa. Nel 2018 stato chiamato, però, da Amadeus come coach nel suo programma "Ora o mai più".

Themes
ICO