Italy

La nuova truffa in bolletta con Wind: 9 centesimi per ogni pagina web visitata dal cellulare

La scoperta di una nuova ed articolata truffa va ad inserirsi nel filone d'inchiesta sulla telefonia che ha recentemente visto coinvolto Wind: "Nuovo sequestro preventivo". Ecco cos'è emerso dalla indagini della Procura di Milano

Nuova scoperta nel filone d’inchiesta sulla telefonia che ha coinvolto Wind nei mesi scorsi con un sequestro di ben “21 milioni di euro di percentuali di servizi attivati con modalità fraudolente da società di contenuti” che lavorano per il provider. Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, infatti, ci sono degli importanti sviluppi. Primo fra tutti la scoperta di una quanto mai subdola truffa. Bastava passare per una determinata pagina web per pagare 9 centesimi. Il tetto massimo al mese? 1 euro, in modo tale che, nella bolletta di fine mese, non saltasse troppo agli occhi dell’utente. Ecco cos’è emerso dalle indagini della Procura di Milano.

A parlarne al pm Francesco Cajani e all’aggiunto Eugenio Fusco, è stato un ingegnere ex consulente di Accenture – società piattaforma tecnologica – affermando che il sistema gli fosse stato chiesto da dirigenti di Vetrya (dal 27 dicembre 2019 società subentrata a Pure Bros nel contrattualizzare i produttori di contenuti di Wind). Ieri, lunedì 27 settembre, un nuovo sequestro preventivo, su ordine del giudice delle indagini preliminari Patrizia Nobile. Adesso sono stati vincolati 204.000 euro sui conti di Accenture e 109.000 sui conti di Vetrya, società quotata in Borsa che ieri ha siglato con Open Fiber un accordo per la connettività ultraveloce, e di cui sono indagati per l’ipotesi di frode informatica l’amministratore delegato Luca Tomassini e gli allora direttori amministrativo Alessandro Prili e operativo Simone Polverini.

Inoltre, per gli inquirenti, l’incarico nasceva su un conflitto di interessi di Vetrya, che in quel momento avrebbe finito con il ricoprire tutti i ruoli della filiera: dal commerciale alla produzione di contenuti fino alla loro aggregazione e alla gestione dei call center del settore. Attività, questa, non consentita dalla delibera n.108 del 2019 dell’Agcom-Autorità Garante delle Comunicazioni. Colpisce, infine, il crollo drastico delle attivazioni – non più automatiche – così come riportato dai dati forniti da WindTre all’Agcom.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Mako, la principessa ribelle del Giappone si sposerà a ottobre: addio al titolo reale, la famiglia sta valutando se lasciarle l’indennizzo milionario

next

Football news:

Alcuni giocatori del Manchester United non credono che il quartier generale di Sulscher gestirà la crisi e migliorerà la posizione del club in APL
Holand a causa di un infortunio all'anca potrebbe non entrare in campo fino alla fine dell'anno
Henri about PSG: Messi è tagliato fuori dalla squadra e non ottiene la palla così spesso. Leo non è molto coinvolto negli attacchi
Il Manchester United può licenziare Sulscher prima della partita contro il Tottenham (MEN)
Il rapporto tra Manchester United e Sulscher è come una serie TV. Ole spera di sistemare tutto, e il club ha paura del prossimo passo
Barcellona è una squadra senza gambe e testa. Il Real avrebbe segnato 4 gol se avesse voluto. Luis Suarez Miramontes su Clasico
Miranchuk non è una star. Le stelle erano prima-Dasaev, Karpin, Mostovoy, Arshavin. Zeljko Petrovic, Assistente del capo allenatore della nazionale irachena Dick Advocacy, ha condiviso la sua opinione sul perché il centrocampista Alexei Miranchuk non riesce a giocare costantemente All'Atalanta