logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Matteo Salvini è stato candidato al Nobel per la pace

Matteo Salvini è stato candidato al premio Nobel per la Pace per il suo "grande contributo alla sicurezza e alla stabilità dell'Europa". A proporre il nome del il vicepremier italiano per il prestigioso riconoscimento è Beatrix von Storch, vicecapogruppo di Alternativa per la Germania (AfD) al Bundestag. Secondo l'esponente del partito populista di destra tedesco, Salvini "ha condotto una politica efficace di stabilità per l'Europa e per il salvataggio di migliaia di vite, un esempio che gli altri dovrebbero seguire".

Von Storch, che è stata un'eurodeputata ma ha lasciato il Parlamento europeo dopo aver vinto un seggio nelle elezioni nazionali tedesche del 2017, nella dichiarazione rilasciata oggi ha affermato che "chiudendo le frontiere dell'Italia, Salvini ha fermato con successo l'immigrazione clandestina in Europa e l'industria del del traffico di migranti, mostrando quali politiche oneste e determinate si possono ottenere". "L'industria dei profughi con le sue navi non deve continuare a fare affari sporchi con la speranza di arrivare in Europa", ha concluso l'esponente del partito populista.

Il ministro degli interni e leader della Lega è noto per la sua forte posizione anti-immigrazione. Salvini ha anche ripetutamente negato lo sbarco nei porti italiani alle navi di soccorso delle Ong che trasportavano i migranti salvati in mare.

Ma quali sono davvero i numeri di Salvini sui migranti? L'esponente leghista ha ragione nel dire che i migranti sono in calo. Nel giugno del 2018 gli arrivi erano stati 3147: a meno che non ci sia un'impennata nelle partenze è un numero che non verrà raggiunto. Nello stesso mese del 2017 i migranti arrivati in Italia erano stati addirittura 23.526, ma parliamo del periodo antecedente agli accordi siglati dall'ex ministro degli Interni Marco Minniti in Libia, accordi che com'è noto hanno ridotto notevolmente i flussi. 

In totale nel 2019 gli sbarchi sono stati finora 2.252 contro i 13.815 arrivati nello stesso periodo dell'anno precedente e i 61.201 del 2017. Un calo dell'86% rispetto all'anno scorso.

Si è veramente interrotto il flusso migratorio?

Secondo i dati dell'agenzia Onu per i rifugiati Unhcr sarebbero 2.887 i migranti soccorsi in mare e riportati in Libia dall'inizio dell'anno. Secondo i dati dell'agenzia delle Nazioni Unite i migranti in detenzione in Libia sarebbero ben 5.500, di cui oltre 3.680 in centri situati nei pressi del conflitto in corso a Tripoli da inizio aprile.

Un numero che, sommato alle 2.525 persone arrivate in Italia da inzio anno secondo il Viminale, danno la portata della migrazione in corso dall'Africa alle coste del Meditterraneo centrale. Parliamo comunque di un fenomeno in calo considerando come nel 2018 erano sbarcati 13.815 migranti, 61.201 nel 2017. Come abbiamo visto ben più difficile invece verificare il numero di rimpatri.

migranti sbarchi italia-2

All rights and copyright belongs to author:
Themes
ICO