Italy

Memphis Depay, l’uomo dai 47 tatuaggi: sogno del Milan e obiettivo del Barcellona

Uno dei nomi più caldi sul mercato è quello di Memphis Depay, attaccante olandese che è riuscito a rilanciarsi con il Lione, che dopo aver raggiunto le semifinali di Champions League potrebbe cederlo nei prossimi giorni, nonostante le parole del presidente Aulas. Depay è un sogno del Milan, che sta cercando di rendere memorabile il suo mercato, ma è un obiettivo concreto anche del Barcellona, che potrebbe dover sostituire Luis Suarez, sempre in bilico nonostante l’esame superato che gli ha permesso di ottenere la cittadinanza italiana. Ma chi è esattamente Depay? La risposta è semplice: è un giocatore di talento, è forte, giovane, nazionale olandese, segna tanto e ama i tatuaggi.

Cresciuto nel PSV, con la squadra di Eindhoven ha poi esordito tra i grandi, ha disputato una serie di eccellenti stagione che gli hanno permesso di entrare stabilmente nel giro della Nazionale, poi un anno e mezzo con il Manchester United, voluto dal maestro Van Gaal ma poi è stato cancellato da Mourinho, dopo il passaggio al Lione, con cui si è tolto tante soddisfazioni. L’attaccante olandese ha sempre dichiarato di non volersi sentire chiamare con il nome di Depay, che è quello del papà che lo abbandonò in tenera età e per questo mantiene sulla maglia Memphis. Oltre che per le sue abilità calcistiche l’attaccante è noto anche per la grande passione per i tatuaggi, ne ha la bellezza di 47.

Il Leone di Memphis

Tra tutti i tatuaggi quello che si nota di più è senz’altro il Leone che rappresenta lo spirito indomito del giocatore che una volta disse: “Rappresenta me stesso, io sono cresciuto in una giungla. Sono un leone e sono sempre rimpasto in piedi. L’ho fatto a Manchester, credo ci siano volute ventiquattr’ore in totale”.

Su un braccio ha tatuato un cerchio che rappresenta invece il suo gruppo di amici, che per lui rappresentano una seconda famiglia. Ha anche un tatuaggio dedicato al nonno, che perse quando aveva 15 anni, ce n’è anche uno con il ‘Cristo Redentore’ che realizzò in occasione dei Mondiali 2014 (Depay appena ventenne fu protagonista), ha tatuato anche il numero 13, giorno in cui è nato, e la parola ‘fede’.

I cartoni e i tatuaggi dell’Antico Egitto

Ha un’anima gioviale e molto giovanile l’attaccante che ha sul suo corpo il simbolo di ‘LadyBug’, ha un tattoo dedicato al cartone animato del ‘Diavolo della Tasmania’ e anche di Mowgli, la protagonista del libro della giungla e poi protagonista dell’omonimo film. Ma sul suo corpo ha trovato tanto spazio anche per l’Antico Egitto Depay che ha un tatuaggio in onore alla regina Nefertiti e le divinità Anubi e Iside. E poi c’è pure Iron Man, che va verso una scelta totalmente opposta.

Football news:

Levandowski ha nove gol dopo cinque turni. 14 club della Bundesliga ha segnato meno
Fathi è il più giovane autore di gol in Clasico. Ha battuto il record di Raul del 1995
Ramos conduce la 31a partita contro il Barça per il Real Madrid nella Liga. Ha ripetuto il record di Raul e Chento
Pep Guardiola: Man City ha perso 7 punti - questo è molto. Ma i problemi sono sorti per vari motivi
Sandro Schwartz: la Dinamo ha giocato intensamente e ha segnato 3 gol. Volevamo essere più attivi nell'attacco
Il tour in Italia è iniziato con una bella rimonta con 6 gol. Ma è stato difficile da vedere, perché la stella principale è diventata una nebbia densa
Guardiola ha sostenuto Aguero, che ha messo la mano sulla spalla della ragazza-giudice: tutto era normale. Pep Guardiola, allenatore del Manchester City, ha sostenuto L'attaccante Sergio Aguero