Italy

Omofobia, Pillon: "Io in piazza contro legge liberticida" 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Omofobia, Pillon: Io in piazza contro legge liberticida

"Mi voglio autodenunciare. Comunico ufficialmente all'onorevole Zan che oggi ero in piazza a Perugia con 150 persone a manifestare contro la sua proposta di legge pericolosa e liberticida. Altre 100 piazze si sono riunite o si riuniranno in tutta Italia. Giovedì 16 alle 17 saremo davanti a Montecitorio. Rispettiamo tutti, ma vogliamo essere rispettati". Lo scrive in una nota il senatore Lega Simone Pillon, vicepresidente della Commissione parlamentare infanzia e adolescenza.


"Siamo e resteremo contrari all'adozione gay, al matrimonio tra persone dello stesso sesso, pensiamo che comprare un bambino e affittare una donna per usarne l'utero sia una cosa abominevole. Siamo convinti che i bambini siano maschi e le bambine siano femmine. Non permetteremo mai - prosegue - che i miei figli vengano indottrinati dagli attivisti LGBT e dalle drag queen, e sempre insegneremo loro a rispettare tutti ma a pensare e ad agire da donne e da uomini liberi. Continueremo a professare la nostra fede cristiana e a condividerne i valori. A pensarla così siamo tanti, tantissimi. La maggioranza degli italiani. Zan, Scalfarotto e la Boldrini vogliono metterci in galera? Venite ad arrestarci. Sapete dove trovarci", conclude Pillon con l'hashtag #restiamoliberi.

Football news:

Ferran Torres: Ronaldo è diventato il migliore. È un esempio per tutti coloro che vogliono raggiungere il massimo nel calcio
Barcellona non può concordare con Ter Stegen stipendio per un nuovo contratto. Il portiere vuole restare
Abbiamo imparato come il logo affascinante Dell'Islanda è apparso: Game of Thrones non ha nulla a che fare con, la fonte di audacia è il successo della squadra nazionale
Ronaldo-Casillas: orgoglioso di aver condiviso grandi momenti
Il Bayern vuole vendere Boateng in estate. Il club non ha ancora offerte
Sulscher su Europa League: il Trofeo sarebbe un grande passo avanti per il Manchester United. Vogliamo vincere qualcosa
La Juve ha contattato Zidane, Pochettino, Inzaghi, Spalletti e Gasperini per lavorare al club. L'allenatore del Real ha rifiutato