logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy
An article was changed on the original website An article was changed on the original website

Torna il festival «Il libro possibile» a Polignano a Mare (dedicato alla Luna)

Cultura

di Redazione Economia

Compie 18 anni il festival «Il libro possibile», che torna dal 3 al 6 luglio a Polignano a Mare (Bari) e che per il secondo anno consecutivo è sostenuto da Pirelli. Tema dell’edizione 2019 sarà «il passo dell’umanità», un omaggio a uno dei passi più importanti della storia del Novecento, quello fatto dall’uomo esattamente 50 anni fa sbarcando sulla luna. Un momento fino ad allora solo sognato che diventerà punto di partenza e metafora tra il possibile e l’impossibile per dare il via ad un confronto sulle grandi questioni che hanno attraversato la storia e su quelle che attendono nel futuro.

Obiettivo di Libro Possibile è «portare in strada» - sei le piazze del centro storico in cui saranno allestiti dibattiti e incontri - «la cultura e stimolare il dibattito su diversi temi» attraverso il confronto con importanti intellettuali, ha spiegato Rosella Santoro, direttrice artistica della kermesse ricordando i tanti appuntamenti in programma durante la presentazione al Pirelli Headquarter di Milano. «Un significativo momento di aggregazione e di accesso libero alla cultura», che nella scorsa edizione ha portato nella cittadine pugliese un pubblico da oltre 90mila persone.

Tanti gli ospiti italiani e internazionali: ad aprire la diciottesima edizione il 3 luglio non poteva che essere l’astronauta italiano Paolo Nespoli. Per la kermesse arriverà in Italia anche il premio Pulitzer Richard Powers, che il 23 giugno, anticipando i lavori del festival, presenterà in anteprima il romanzo `Il sussurro del mondo´, mentre a chiudere la kermesse il 6 luglio sarà Richard Mason, scrittore inglese che ha conquistato librerie e cuore dei lettori con `Anime alla deriva´ o il `Respiro della notte´ e che al festival parlerà in anteprima della serie TV internazionale dedicata a Michelangelo a cui sta lavorando.

E ancora tra gli ospiti: Jonathan Lethem, Bjorn Larsson, Maurizio De Giovanni, Gianrico Carofiglio, Ivan Cotroneo, Michele Ainis, Carlo Freccero solo per citarne alcuni. E poi attualità, politica e informazione - con il presidente della Camera Roberto Fico, Nino Di Matteo, Gian Carlo Caselli, Marco Travaglio - e l’economia con Carlo Cottarelli, l’ex ministro Pier Carlo Padoan e Maurizio Landini.

Infine, esponenti del mondo imprenditoriale e industriale tra cui Oscar Farinetti, Brunello Cuccinelli o Marco Tronchetti Provera, vice presidente esecutivo e ad del gruppo Pirelli.
«È un’iniziativa di grande qualità e in linea con le nostre priorità, cioè mantenere il rapporto con la cultura molto stretto - ha detto a margine dell’evento Tronchetti Provera - perché non è possibile che ci sia una crescita equilibrata senza uno sviluppo della società coerente con una storia approfondita: una società che non ha radici culturali forti può portare a tensioni e conflitti che non trovano un terreno comuni di dialogo. La cultura e l’approfondimento invece permettono di avere idee diverse, confronti magari anche profondi» ma «con alle spalle valori e priorità».

All rights and copyright belongs to author:
Themes
ICO