logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Voto in Emilia Romagna, scoppia il caso di Jolanda di Savoia

Ultimo giorno di campagna elettorale in Emilia-Romagna e Calabria dove domenica si vota per le regionali. E si alza la temperatura dello scontro, con Stefano Bonaccini che interviene, definendolo 'surreale', sul caso di Jolanda di Savoia, comune del Ferrarese il cui sindaco, Paolo Pezzolato, ha fatto un esposto, denunciando che dopo la decisione della vicesindaca di appoggiare la leghista Lucia Borgonzoni, Bonaccini avrebbe fatto pressioni perché tre comuni limitrofi rifiutassero di condividere alcuni dipendenti.

La Procura di Bologna, con il capo procuratore Giuseppe Amato, ha aperto un fascicolo conoscitivo, senza indagati né ipotesi di reato, sulla vicenda delle presunte pressioni da parte del presidente Bonaccini. All'esposto è allegato anche un audio di una telefonata tra il governatore e il sindaco. 

"Non mi è piaciuto che negli ultimi giorni, forse perdendo un po' la testa", Lucia Borgonzoni "ha cercato di gettare fango anche su di me", ha detto Bonaccini durante un'intervista a Radio24. "Non sanno - ha aggiunto, riferendosi alla denuncia sul caso del Comune di Jolanda di Savoia - che sulla mia onestà e la mia moralità non ho paura di niente e di nessuno. Ma chi ha tolto 49 milioni di euro agli italiani si vede che è abituato a certi tentativi. Avrei voluto parlare della mia regione, delle idee che abbiamo per governare l'Emilia-Romagna".

Themes
ICO