logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
San Marino

Editoriale: San Marino, ora servono stabilità e un progetto di rilancio

Editoriale: San Marino, ora servono stabilità e un progetto di rilancio

PDF Stampa

di Alessandro Carli

Mentre l'Italia ha dato una risposta alla crisi di Governo grazie al matrimonio tra Pd e M5S, perdura nella Repubblica di San Marino la fase di incertezza che si è aperta prima delle ferie estive: ad oggi non è ancora chiara quale sarà la prospettiva politica. Il tutto mentre si avvicinano alcuni importanti appuntamenti istituzionali, dall'incontro con il gruppo GRECO del Consiglio d'Europa a quello con l'agenzia di rating Fitch, calendarizzato per fine mese mentre all'orizzonte inizia a stagliarsi quello con il Fondo Monetario Internazionale. Anche quest'anno, purtroppo, ci presenteremo davanti alla delegazione FMI senza aver fatto i compiti richiesti.

Due gli scenari possibili: da un lato la crisi di Governo e il possibile ricorso anticipato alle urne, dall'altro un accordo di "responsabilità nazionale" (che richiederebbe comunque una forte coesione tra tutte le forze politiche) per affrontare le questioni più spinose, delicate e urgenti.

Chi ha le idee chiare è il mondo economico che continua a chiedere stabilità e un progetto strategico di medio e lungo periodo che metta in sicurezza il sistema-Paese, ponendo un freno all'indebitamento pubblico, puntando sulla modernizzazione della Repubblica di San Marino e individuando tutti gli interventi attraverso i quali sviluppare ancor più l'economia reale ricreando quell'indispensabile clima di fiducia per stimolare gli investimenti e la crescita.

Considerati i mutamenti politici dell'Italia occorre attivarsi tempestivamente per rilanciare realmente quelle relazioni di amicizia e buon vicinato, evocate proprio in questi giorni dal Presidente Mattarella, anche al fine di trovare una soluzione definitiva ai problemi che sono ancora in piedi tra i due Paesi, come ad esempio la questione targhe e la fatturazione elettronica.

Bisogna quindi rimboccarsi le maniche e lavorare alacremente su più fronti, con grande determinazione ed energia: c'è di mezzo "solo" il futuro del Paese!

All rights and copyright belongs to author:
Themes
ICO