Holy See
This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Viaggio Apostolico di Sua Santità Francesco nel Regno del Bahrein in occasione del “Bahrain Forum for Dialogue: East and West for Human Coexistence” (3-6 novembre 2022) - La partenza da Roma e il telegramma al Presidente della Repubblica Italiana

La partenza da Roma

Telegramma al Presidente della Repubblica Italiana

La partenza da Roma

Ha avuto inizio questa mattina il 39° Viaggio Apostolico Internazionale del Santo Padre Francesco che si reca nel Regno del Bahrein in occasione del “Bahrain Forum for Dialogue: East and West for Human Coexistence”.

Prima di lasciare Casa Santa Marta il Santo Padre ha incontrato tre famiglie di rifugiati dall’Ucraina, ospitati da famiglie italiane, accompagnati dall’Em.mo Card. Konrad Krajewski, Prefetto del Dicastero per la Carità. Si tratta della moglie di un sacerdote ortodosso, con due figli con sé, uno di 18 anni e una di 14 anni, dalla regione di Kropyvnytskyi, a 150 km da Mykolaiv, mentre il marito con il figlio maggiorenne sono rimasti in Ucraina; di una mamma di 30 anni con due figlie di 4 e 7 anni scappate dalla regione di Zaporizhzhia, parzialmente occupata; e di una donna di 53 anni con un figlio di 13 anni, con disabilità grave, e la mamma di 73 anni, da Kyiv.

Quindi si è trasferito in auto all’Aeroporto Internazionale di Roma-Fiumicino da dove, alle ore 9.45 – a bordo di un A330/ITA Airways – è partito alla volta di Awali.

L’atterraggio alla Sakhir Air Base di Awali è previsto per le ore 16.45 (14.45 ora di Roma).

[01672-IT.01]

Telegramma al Presidente della Repubblica Italiana

Nel momento di lasciare il territorio italiano, il Santo Padre Francesco ha fatto pervenire al Presidente della Repubblica Italiana, On. Sergio Mattarella, il seguente telegramma:

A SUA ECCELLENZA
ON. SERGIO MATTARELLA
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
PALAZZO DEL QUIRINALE

NEL MOMENTO IN CUI LASCIO ROMA PER RECARMI NEL REGNO DEL BAHREIN, PELLEGRINO DI PACE E DI FRATERNITÁ, PER TESTIMONIARE L’IMPORTANZA DELL’INCONTRO TRA CIVILTA’, RELIGIONI E CULTURE, MI È CARO RIVOLGERE A LEI, SIGNOR PRESIDENTE, IL MIO DEFERENTE SALUTO, CHE ACCOMPAGNO CON FERVIDI AUSPICI PER IL BENESSERE SPIRITUALE, CIVILE E SOCIALE DEL CARO POPOLO ITALIANO, CUI INVIO VOLENTIERI LA MIA BENEDIZIONE.

FRANCISCUS PP.

[01673-IT.01] [Testo originale: Italiano]

[B0817-XX.01]