logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Holy See

Il Papa visita a sorpresa il presidio sanitario per i poveri a San Pietro 

Erano circa le 16.15 quando dal colonnato di Piazza San Pietro è sbucato Papa Francesco che, a piedi, venendo da Casa Santa Marta, si è recato al presidio sanitario allestito in occasione della seconda Giornata Mondiale dei poveri del 18 novembre. 

Una sorpresa del Papa a tutto il personale medico e infermieristico che da lunedì scorso fino a domenica sta offrendo a senzatetto, bisognosi, migranti cure e visite mediche gratuite. Francesco - come già lo scorso anno con il mini ospedale allestito dalle Misericordie per la stessa ricorrenza - ha voluto incontrarli e ringraziarli personalmente per questo servizio che in cinque giorni ha già accolto oltre 200 persone.  

Bergoglio, tra gli applausi, le urla di stupore, gli smartphone che giravano video e scattavano selfie, è entrato nella struttura salutando chi vi si trovava in quel momento, tra volontari e pazient i. Visitando tutti i mini reparti (cardiologia, infettivologia, dermatologia, oculistica, ginecologia per citarne alcuni), Papa Francesco si è soffermato a scambiare alcune parole o semplicemente a stringere le mani dei bisognosi che erano in attesa della visita. A tutti ha fatto distribuire i rosari. Non è mancato il saluto anche ad alcuni turisti e passanti che si trovavano di passaggio nella piazza e che si sono fermati appena notato che i gendarmi stavano sbarrando alcune entrate della zona.  

L’uscita a sorpresa del Papa, che si può elencare tra quelle dei “Venerdì della Misericordia”, è durata una ventina di minuti; dopodiché il Papa ha lasciato la piazza ed è tornato, sempre a piedi, nella sua residenza vaticana. 

Ad accompagnare il Papa c’era monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione che promuove l’iniziativa. Al Dicastero è affidata l’organizzazione della Giornata, istituita dal Pontefice al termine del Giubileo della Misericordia, che dopo la messa mattutina nella Basilica vaticana culminerà con un grande pranzo in Aula Paolo VI con 3mila senzatetto, rifugiati e famiglie in difficoltà

(Notizia in aggiornamento)  

LEGGI ANCHE - A San Pietro apre un presidio sanitario: cure e visite gratis per i bisognosi  

Themes
ICO