logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
San Marino

Patuanelli: “Se Rousseau dice no, Conte ne prenda atto”

Il giudizio degli iscritti sarà decisivo: se sulla piattaforma della Casaleggio Associati dovesse vincere il “no” all’alleanza giallo-rossa, salterebbe il banco. A ricordarlo è Stefano Patuanelli, capogruppo del M5s a Palazzo Madama. L’esponente pentastellato, in occasione di un’intervista ai microfoni di Radio Capital, ha così parlato: “Rousseau è un mezzo che un movimento politico ha deciso di dotarsi per prendere le proprie decisioni, pari ad una direzione di partito. Se dovessero prevalere i no, il presidente del Consiglio dovrà sciogliere la riserva di conseguenza: in modo negativo. Non vedo alternativa”.

Ma nel corso della chiacchierata radiofonica, Patuanelli si è detto almeno fiducioso sul versante della scelta dei vicepremier: “Sono certo che si troverà una soluzione. Ci sono confronti in atto”. Dunque, ha aggiunto: “Non si tratta di un vezzo, è una questione di assetto, di come due forze politiche si interfacciano con il presidente del Consiglio. Siamo due forze che si sono per lungo tempo contrastate, non è un problema di poltrone. Preferiremmo due vice premier ma non è certo una questione per cui non si procederà. Credo che ci siano buone possibilità che il dialogo di questi giorni porti ad un risultato positivo”. In ogni caso, l’ultima e decisiva parola, sarà quella di Rousseau. Il Giornale.it

All rights and copyright belongs to author:
Themes
ICO