logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
San Marino

SAN MARINO. PROGETTO DI LEGGE DI MODIFICA DELLA NORMATIVA A SOSTEGNO DELLA FAMIGLIA. IL PUNTO DI VISTA DI UCS

Nella mattinata del 4 cm, si è tenuto un incontro, tra la Segreteria alla Sanità le associazioni datoriali, sindacali e Unione Consumatori Sammarinesi, presso Palazzo Begni, sulla bozza “PROGETTO DI LEGGE DI MODIFICA DELLA NORMATIVA A SOSTEGNO DELLA FAMIGLIA USL CHIEDE UN AMPLIAMENTO DEGLI INTERVENTI”.

L’incontro è stato di primo approccio per discutere tutti assieme su quali possano essere gli strumenti a sostegno della famiglia anche per invertire la tendenza del calo delle nascite.

A tal proposito UCS ritiene che tale proposta possa essere, anche se da modificare ed approfondire in alcuni passaggi, un primo passo in tal senso.

Ci deve essere al contempo una valutazione dei diversi aspetti che vadano a considerare la giusta equazione per dare degli strumenti che siano un vero e corretto aiuto alle famiglie.

Se si vuole veramente aiutare le persone a far famiglia, a far ripartire la crescita demografica, afferma il Presidente Francesca Busignani, si deve avere una lettura ad ampio raggio degli interventi da fare che devono essere di facile lettura e attuazione.

Ad esempio, il primo passo abituale che compie chi decide di creare un proprio nucleo, è quello di acquistare casa spesso chiedendo un mutuo. A San Marino il costo del denaro è superiore alla vicina Italia, questo è uno degli aspetti da analizzare anche assieme a BCSM per porre i giusti e dovuti correttivi. 

Per i neo genitori che sono in affitto, si potrebbe istituire un contributo a sostegno del pagamento dei canoni di locazione legandolo all’ICEE per i primi anni di vita del bambino, per i primi anno di adozione o/e per situazioni particolarmente problematiche inerenti la salute del bimbo.

Stessa cosa si potrebbe applicare per le utenze.

Questi sono alcuni dei casi dove si devono prevedere norme a tutela oltre alla variazione della legge a sostegno della famiglia presentata oggi dal Segretario alla Sanità Santi.

 A tal proposito, ci ha fatto molto piacere che anche la Segreteria alla Sanità condivida questo approccio sistemico, attendiamo quindi il prossimo incontro nell’auspicio di fare una sorta di norme correlate ed ad ampio spettro che facilitino la crescita demografica sia biologica che adottiva.

Francesca Busignani

 Presidente UCS

All rights and copyright belongs to author:
Themes
ICO