logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Aggredisce con calci e pugni capotreno, denunciato: poi lo fa di nuovo e scatta l'arresto

Calci e pugni alla capotreno che lo aveva invitato a scendere dal convoglio perchè senza biglietto. Passati appena pochi giorni - dopo essere stato denunciato - lo ha fatto di nuovo. E' salito ancora senza biglietto a bordo e ha aggredito un'altra capotreno, facendo finire anche lei in ospedale. 

Adesso l'uomo, 43 anni, con precedenti per reati contro la persona e il patrimonio, è staton arrestato. A far scattare le manette sono stati gli agenti della polfer di Milano Bovisa, intervenuti a bordo del convoglio all'altezza di Cadorna. Il 43enne dopo l'aggressione ha provato a scappare ma è stato raggiunto e bloccato dagli agenti che lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Calci e pugni a capotreno a Seregno

La prima aggressione era avvenuta venerdì mattina poco prima della stazione di Seregno. La capotreno aveva notato l'uomo sdraiato su più sedili e così lo aveva invitato a sedersi in maniera composta, chiedendogli poi il biglietto. Essendone sprovvisto, l’uomo è stato inviato a scendere ma invece di lasciare il vagone del treno partito da Como e diretto a Milano si è messo alle spalle della donna e l’ha colpita con calci e pugni alla schiena, facendola svenire dal dolore

Stando a quanto aveva raccontato un sindacalista della Fit Cisl, l'aggressione era avvenuta nell'indifferenza generale, senza che nessuno intervenisse, tanto che l'uomo era poi riuscito ad allontanarsi tranquillamente. Poche ore dopo, però, è identificato e denunciato. La capotreno era invece finita in ospedale, da dove era poi stata dimessa con una prognosi di dieci giorni. Dopo l'aggressione il 43enne era stato identificato e denunciato. 

In Evidenza

Themes
ICO