Italy

Anita Pirovano e il bonus Inps: altri politici si autodenunciano. I casi di Rubini, Zannini e Mattiussi

Dopo il «coming out» della consigliera comunale di Milano Anita Pirovano, che ha dichiarato di aver chiesto il bonus di 600 euro all’Inps, altri eletti negli enti locali stanno rivelando di aver fatto lo stesso — perché, spiegano, «non vivono di sola politica», né i loro stipendi sono paragonabili a quelli dei deputati che avrebbero fatto domanda del contributo Inps. I primi a seguire l’esempio di Pirovano sono stati il consigliere comunale di Trento Jacopo Zannini e David Gentili, che proprio di Pirovano è collega a Palazzo Marino. A loro nel pomeriggio si sono aggiunti anche Francesco Rubini, consigliere comunale di Ancona, e Franco Mattiussi, consigliere regionale in Friuli-Venezia Giulia.

«Anche io non vivo di sola politica, pago l’affitto ogni mese e per marzo e aprile sono rimasto senza lavoro e ho chiesto 600 euro visto che con i gettoni di presenza non sarei arrivato a fine mese ... ed è giusto rivendicarlo», ha scritto Zannini, che con un commento su Facebook ha voluto ringraziare Pirovano. Zannini è eletto nella lista «l’altra Trento a sinistra» e sottolinea di aver rivelato la sua richiesta «per evitare di fare demagogia».

Tornando a Milano, anche David Gentili, presidente della commissione antimafia del Comune scrive: «Io ho un altro lavoro part time e ringrazio Dio di averlo. Durante il Covid ho ricevuto la cassa integrazione. Dovevo rinunciarvi?». Un consigliere comunale, a seconda delle presenze, percepisce tra i 1.000 e i 1.500 euro lordi al mese, nelle grandi città (Qui l'approfondimento su quanto guadagni un politico). Una cifra non raggiunta da Francesco Rubini, consigliere di «Altra idea per la città» di Ancona: ««Ho 29 anni, - scrive su Facebook - sono un giovane avvocato precario con una Partita Iva aperta nel 2019 e faccio il Consigliere Comunale nel Comune di Ancona dove percepisco gettoni di presenza (niente stipendio, indennità, rimborsi, benefit etc, etc) per una media di 600/700 euro al mese (ribadisco: 600/700 euro) per gestire commissioni, sedute del consiglio, rapporto con i cittadini, incontri sul territorio e tutto ciò che concerne il ruolo. Ho chiesto e ottenuto il bonus di 600 euro per i liberi professionisti perché, malgrado una laurea magistrale, un titolo da avvocato, una nobile professione e un ruolo istituzionale in un capoluogo, sono ancora costretto a barcamenarmi per avere un reddito mensile decente. Adesso, cari populisti da strapazzo, odiatori di professione, leoni da tastiera e buffoni vari, venite a prendermi per processarmi in pubblica piazza nella vostra ridicola guerra contro "i politici ladri". Vi aspetto a braccia aperte».

In una situazione analoga a quella del consigliere marchigiano si trova Rosario Piccioni, avvocato e candidato sindaco (sconfitto») a Lamezia Terme con una lista diu sinistra: «Voglio essere trasparente fino all’inverosimile: ho chiesto e ottenuto, così come 142.000 avvocati in Italia, il bonus professionisti legato al Covid-19 semplicemente perché ne avevo diritto e ne avevo bisogno. 600 euro per il mese di marzo e 600 euro per il mese di aprile. E non me ne vergogno: perché di professione faccio l’avvocato e non il politico».

All’elenco di quanti hanno ammesso di aver chiesto il sostegno sociale dell’Inps, nella serata di lunedì, si è aggiunto il consigliere regionale di Forza Italia in Friuli Venezia Giulia Franco Mattiussi. Titolare di un albergo ad Aquileia chiuso durante il Covid, Mattiussi ha dichiarato di aver fatto ricorso al sostegno «per far quadrare conti che avrei dovuto saldare». Come componente dell’assemblea regionale, tuttavia, Mattiussi ha percepito a gennaio, tra stipendio e rimborsi, circa 9.000 euro. «Chi ha chiesto il rimborso non ha rubato nulla, ha esercitato un diritto» ha scritto l’esponente forzista su Facebook. Tra i consiglieri regionali, anche in Veneto ci sarebbero tre casi: il governatore Luca Zaia ha annunciato un’inchiesta interna e ha dichiarato che, qualora fossero leghisti, non saranno ricandidati.

Football news:

Kuman ha detto al 21enne hubbek Puig che non conta su di lui (RAC1)
Liverpool pagherà per Dota 4,1 milioni di sterline da 41 milioni nel primo anno. Il centrocampista del Wolverhampton Diogu Jota diventerà presto un giocatore del Liverpool
Il Bayern ha concordato con il difensore Dell'Ajax Dest un contratto secondo lo schema 4+1
La Juventus prenderà il 10 ° campionato consecutivo? Tre dei nostri quattro esperti di Serie A pensano che non ci sia
Norwich ha rifiutato di vendere a barca il difensore di Aarons per 20 milioni di sterline
Aston Villa ha acquistato L'ala di Lione Traore per 17 + 2 milioni di sterline
Genoa ha affittato la Zappacosta al Chelsea e al Placa alla Juve