Italy

Artigiano colpito da un malore in casa, il padre lo trova morto: aveva 42 anni, amava il canto e la montagna

OVARO. Un malore improvviso ha strappato Michele Straulino, 42enne di Chialina di Ovaro, alla sua famiglia e alla sua comunità. A ritrovarlo senza vita in casa è stato il papà Mario. Un fulmine a ciel sereno che, martedì 23 febbraio, ha fatto calare un’enorme tristezza su tutta Ovaro: Michele era sempre stato bene e questo lutto colpisce al cuore la comunità.

Si era sempre dato molto da fare nel sociale, così come la sua famiglia, e si vedeva spesso in paese. Michele lascia il papà Mario, il fratello Andrea e la sorella Alessandra. I funerali saranno celebrati giovedì 25, alle 15, a Ovaro, dove la salma sarà esposta dalle 14. Il rosario sarà invece recitato mercoledì, alle 18.30, nella chiesa della Santissima Trinità di Ovaro.



«Siamo rimasti di sasso – dice il sindaco, Lino Not, esprimendo il cordoglio della comunità intera – per questa perdita così improvvisa, inaspettata. Michele era ancora giovane. In tanti lo avevano visto solo pochi giorni fa in paese. Lui viveva il paese, dava una mano sempre nelle iniziative di volontariato».

Michele si era diplomato perito agrario a Cividale. Aveva perso presto, nel 1995, la madre (che era stata in passato anche uno dei gestori del Rifugio Fratelli De Gasperi in Val Pesarina), a causa di una malattia che non le aveva dato scampo.

Michele aveva fatto il volontario in ferma annuale (era stato uno dei primi) alla caserma Cantore di Tolmezzo nel Terzo Reggimento Artiglieria da Montagna. Il cappello di alpino lo portava con grande orgoglio. Faceva parte del Gruppo Ana di Ludaria.

Aveva lavorato come carpentiere in varie ditte edili della Carnia e da circa tre anni aveva creato una sua piccola impresa artigiana: si occupava di manutenzione del verde e piccoli lavori edili. Operava soprattutto nella sua vallata, la Val Degano.

Amava molto il canto, aveva fatto parte del Coro Monte Arvenis e ora era nel Coro Carnia a Ovaro. Gli piaceva il ballo. Da ragazzo aveva giocato a calcio nell’Ovarese. Era molto attivo con l’Unione Sportiva Ovaro Csi: sempre in prima linea nelle manifestazioni, sia che si trattasse di tracciare i percorsi e sistemarli sia di stare al chiosco.

Non aveva mai voluto entrare nel direttivo, ma era presente e impegnato, ci teneva. Così come partecipava ad altre iniziative in paese. Di compagnia, ma anche riservato amava la montagna. Tra i suoi percorsi più frequenti quelli verso Malga Arvenutis o il rifugio De Gasperi. —

Football news:

Ronaldo due volte ha colpito il muro con un calcio di punizione in una partita con Verona. Ha 66 colpi e 1 gol in Juve
Andrea Pirlo: i giovani giocatori della Juve non hanno capito l'importanza dei dettagli. Ha chiesto a Ronaldo e Alex di parlare con loro, ma non era abbastanza
Allenatore di Verona: la Juve ha dato una sola possibilità di segnare, e non è facile quando hanno Chiesa e Ronaldo
A Ronaldo 47 gol per le ultime 47 partite in Serie A
Thomas Tuchel: il Chelsea è in buona forma e vuole essere il primo a battere il Manchester United sul suo campo in APL
Conte di Inter: quando 10 anni non vinci, ti abitui a questo, cerchi scuse. Ho aumentato la pressione e sono diventato una scheggia nel culo
Ronaldo ha 4 gol nelle ultime 4 partite di serie A. Ha superato Lukaku di 2 gol nella lista dei marcatori