logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
o
q
y
Nothing found
ICO
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Barbara, investita e uccisa  sull’A8 per proteggere le sue bambine|Chi era|Foto|Video| Cosa fare in caso di incidenti|

Dopo essere stata tamponata, in autostrada, Barbara Fettolini ha pensato subito alle sue bambine - la piccola non ha ancora un anno - che viaggiavano con lei. Voleva metterle in sicurezza. Così è scesa, per prendere il triangolo segnaletico e sistemarlo sulla carreggiata, ma è stata travolta e uccisa da un’auto che sopraggiungeva. E con lei sono state investite anche altre due persone: la conducente dell’auto che l’aveva tamponata, a sua volta scesa dall’auto, e un automobilista fermatosi a prestare soccorso. La tragedia è avvenuta martedì sera poco dopo le 20 sull’autostrada A8 «dei Laghi», all’altezza dello svincolo di Rho Fiera Milano, per la Tangenziale Ovest.

Ferite gravi

La vittima, Barbara Fettolini, 38 anni, di Sesto San Giovanni, viaggiava in direzione di Milano, insieme alle sue bambine, una di 8 mesi e l’altra di 5 anni, rimaste a loro volta lievemente ferite e ora ricoverate in osservazione all’ospedale Sacco. Sono invece gravi le condizioni della conducente dell’auto investitrice: per le ferite riportate, la donna, C. C., 37 anni, di Monza ha subito l’amputazione di una gamba ed ha fratture al volto e ecchimosi su tutto il corpo. La prognosi è riservata.

Il tamponamento

Lo schianto è avvenuto attorno alle 20.15. Secondo una prima ricostruzione della Polizia Stradale di Busto Arsizio, la vettura su cui viaggiavano la giovane mamma e le piccole, una Clio, è stata violentemente tamponata da una seconda auto, una Peugeot, guidata dalla 37enne. Nell’urto, l’auto di Barbara Fettolini ha fatto un testacoda e si è fermata in senso inverso sulla corsia di sorpasso. A quel punto, la donna è scesa sulla carreggiata e la stessa cosa ha fatto la 37enne, che invece era riuscita a spostare la sua auto sulla corsia di emergenza e probabilmente voleva aiutare la conducente della Clio.

Il secondo schianto

Pochi istanti dopo è sopraggiunta una terza auto, guidata da un 32enne, che ha accostato sulla corsia di emergenza e, senza scendere dalla vettura, ha gridato alle due donne di risalire immediatamente in auto, perché era troppo pericoloso. Ma in quel momento sul gruppo è piombata ad alta velocità una quarta vettura, guidata da un 54enne, che ha travolto le due donne e tamponato il 32enne.

I soccorsi

Sul posto sono accorse tre ambulanze, l’automedica e gli equipaggi dei Vigili del Fuoco di Milano Messina. Per la mamma delle piccole, però, non c’era più nulla da fare: era morta sul colpo. La trentasettenne è stata invece trasportata in codice rosso all’ospedale Niguarda, dove è stata sottoposta a un intervento nella notte, nel corso del quale, per salvarle la vita, è stato necessario procedere all’amputazione della gamba.

us!