Italy

Coronavirus, boom di contagi in 5 province. Perché la situazione preoccupa

Continua a crescere il numero dei positivi al coronavirus in Italia. Secondo i dati del ministero della Salute, ieri (24 settembre) i positivi sono stati 1.786 contro i 1.640 del giorno prima, ma con quasi 5mila tamponi in più (108.019). Il totale dall’inizio dell’epidemia sale a 304.323. Sono aumentati anche i decessi: ieri sono stati 23, ma continua a crescere anche il numero dei guariti, 1097 nelle 24 ore (ieri 995), che sono in tutto 221.762.

I numeri sono stati forniti dal ministero della Salute nel bollettino quotidiano. Il totale dei decessi in Italia dall’inizio dell’emergenza sale così a 35.781, quello dei casi a 304.323. Numeri che spaventano soprattutto alcune province italiane. Oltre alle città grandi come Napoli, Milano e Roma, ci sono alcune province che stanno facendo registrare un vero e proprio boom di nuovi casi. (Continua a leggere dopo la foto)

Secondo quanto riportato dalla Protezione Civile, focolai importanti si sono sviluppati anche a Palermo, Bolzano, Genova, Verona e Torino. Torino ha registrato 17.281 contagi dall’inizio della pandemia, di cui 51 nelle ultime 24 ore. In provincia di Genova si segnalano 60 nuovi casi nelle ultime 24 ore, per un totale di 6.474 dall’inizio della pandemia. A La Spezia alcune scuole hanno sospeso la didattica per l’aumento di casi registrato da fine agosto. Un’altra città che preoccupa è Verona, dove si sono registrati 6.273 casi, di cui 45 solo ieri dall’inizio della pandemia. A Palermo si sono registrati nelle ultime 24 ore 2 nuovi casi, che portano il totale dall’inizio dell’epidemia a 1.490. (Continua a leggere dopo la foto)

Tre asili nido hanno chiuso per casi di coronavirus e ci sono focolai che preoccupano: a Bagheria con 13 cluster, secondo quando affermato dal sindaco Filippo Maria Tripoli, ma anche a Carini, Villafrati, San Cipirello, Corleone,, Misilmeri e San Giuseppe Jato.

A Bolzano si sono registrati 37 casi nelle ultime 24 ore. Un insegnante della scuola dell’infanzia Dolomiti è risultato positivo ma non è stata disposta alcuna quarantena per alunni e colleghi. Intanto, postando un video che racconta l’esperienza italiana nella lotta a Covid-19, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha lodato il paese per come ha reagito e fronteggiato l’emeregenza. (Continua a leggere dopo la foto)

“L’Italia è stato il primo Paese occidentale ad essere stato pesantemente colpito da Covid-19. Il governo e la comunità, a tutti i livelli, hanno reagito con forza e hanno ribaltato la traiettoria dell’epidemia con una serie di misure basate sulla scienza”. “Grazie ministro Roberto Speranza per la sua leadership, per la sua compassione e per l’impegno nel combattere Covid-19 proteggendo la salute degli Italiani. L’Oms è con l’Italia”, il tweet, in italiano, del direttore generale dell’Oms, Tedros Ghebreyesus, rivolgendosi al ministro Speranza.

Un incidente dopo la festa, Marco muore il giorno del suo compleanno: 30 anni

Football news:

Il giornalista si è scusato per le dichiarazioni all'indirizzo di Fati: volevo esaltare la bellezza dei suoi movimenti
Habib sull'incontro con Ronaldo: si chiedeva come mantenesse quel fuoco per 17 anni? Motivazione, disciplina, come ho capito
Asencio sul Real: Una delle migliori formazioni al mondo. Atletico e Siviglia possono essere i nostri concorrenti nella Liga
Il Manchester United ha emesso un avvertimento a Greenwood a causa dei suoi problemi di disciplina. Il suo non era composto da due partite consecutive
Rahim Sterling: bisogna combattere gli insulti online. Le persone vogliono cambiare qualcosa?
Mourinho sull'Europa League: Ingiusto, che nei play-off ottieni club di Champions League
Nella vita reale hanno pensato di cambiare allenatore. I candidati-Pochettino e Raul (As)