Italy

Covid e sci, Merkel rilancia: «Un patto Ue sulle piste chiuse a Natale» L’Austria contraria batte cassa

Dopo i migranti e il fondo per la ripresa ci voleva anche lo sci a dividere l’Europa. Qualcosa di apparentemente leggero se non fosse ancora vivo il ricordo del focolaio di Ischgl in Austria che alla fine della scorsa stagione permise al virus di diffondersi da quelle piste innevate a mezzo continente.

Eppure proprio il governo di Kurtz è restio a rinviare l’apertura della stagione sciistica a dopo le festività natalizie, come proposto da Italia, Germania e Francia che stanno lavorando a una iniziativa europea per chiudere piste e impianti durante le feste ed evitare che la neve diventi, di nuovo, volano del contagio.

«Tenteremo di raggiungere un accordo per vietare le vacanze sciistiche sulle Alpi almeno fino al 10 gennaio, non sarà facile per la contrarietà dell’Austria ma ci proverò» ha dichiarato oggi Angela Merkel, intervenuta al Bundestag sulle nuove misure anti-Covid. Una proposta in linea con la prospettiva delineata nei giorni scorsi dal premier Conte che punta a un accordo europeo per consentire le vacanze nelle località invernali, ma senza sci.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il governo di Parigi. Martedì Macron aveva chiarito che gli impianti sciistici in Francia rimarranno chiusi fino al nuovo anno.
«Una riapertura per le feste non sembra possibile — ha detto il presidente francese nel suo discorso in diretta tv — Un coordinamento è in corso con gli altri governi europei» ha spiegato. Piste chiuse ma comprensori sciistici aperti ha chiarito il premier Jean Castex, promettendo aiuti alle categorie colpite.in un settore che ha un indotto di 10 miliardi di euro e 120mila posti di lavoro stagionali. Fonti governative francesi propongono la creazione di un fondo Ue ad hoc per rimediare ai mancati introiti della stagione da affiancarsi agli strumenti europei già attivi.

A prospettare risarcimenti miliardari in caso di blocco è il ministro delle Finanze austriaco. Vienna non chiuderebbe quindi del tutto la porta a un patto europeo sullo sci. «Se l’Ue vuole gli impianti chiusi, deve pagare per questo» fa sapere Gernot Blümel, che ha quantificato il possibile ammanco in 2,4 miliardi di euro per le tre settimane di vacanze di fine anno.


Football news:

Conte su 2:1 con Milano: prima del gol della Vittoria il risultato è stato ingiusto. Il loro portiere è il miglior giocatore della partita
Mikel Arteta: L'Arsenal ha fatto la cosa giusta, ma ha perso. Le vittorie danno fiducia
Nicolo Barella: abbiamo dimostrato che siamo più forti del Milan
Vai a fare la tua merda Voodoo, stronzetto. Ibrahimovic-Lukaku durante la partita di Coppa
Pioli sulla sconfitta da Inter: L'unica differenza è stata la rimozione. In parità di composizione potrebbe essere qualsiasi risultato
La Uefa non ha intenzione di abbandonare L'Euro in 12 città. Altre opzioni sono indesiderabili
Eriksen ha segnato per L'Inter per la prima volta in quasi sei mesi-Milano in coppa al 97 ° minuto con un calcio di punizione