Italy

Covid, in Liguria 392 casi e 6 morti. I positivi sono 7.362, aumentano i ricoveri

Genova – Nelle ultime 24 ore in Liguria vengono segnalati 392 nuovi casi di positività a fronte di 3.126 tamponi molecolari e 1.681 tamponi antigenici rapidi. Il rapporto tra tamponi e positivi è dell'8,15% (a livello nazionale la media è 7,2%), sabato 27 marzo era del 7,3%

In totale i positivi in regione sono 7.362 (177 in più rispetto a sabato). La provincia di Savona resta sorvegliata speciale con 1.519 positivi, il numero più alto in regione dopo la provincia di Genova che ne ha 3.570, ma su una popolazione ampiamente più vasta. 

Sale purtroppo la curva del dolore: da sabato sono stati registrati 6 decessi di persone ricoverate di età compresa tra i 76 e i 98 anni. Dall’inizio dell’epidemia le vittime sono state 3.847.

✉ La nuova newsletter gratuita sul Coronavirus: iscriviti qui

In aumento i ricoveri negli ospedali: risultano ricoverati nelle strutture sanitarie liguri 703 pazienti (15 in più rispetto a sabato), di cui 67 nei reparti di terapia intensiva.  Alto il numero dei pazienti ricoverati nel Savonese che da due giorni sono 144, di cui 14 in terapia intensiva. Per fare un paragone, al San Martino di Genova i malati sono 164, di cui 19 in terapia intensiva.

Aumentano anche le persone in isolamento domiciliare: sono 6.048, 74 in più rispetto a sabato. I soggetti in sorveglianza attiva sono 6.824 ( sabato erano 6.715).

I nuovi casi per provincia di residenza

- IMPERIA (Asl 1): 89
-  SAVONA (Asl 2): 104
- GENOVA: 136, di cui:
·         Asl 3: 119
·         Asl 4: 17
- LA SPEZIA (Asl 5): 63
Non riconducibili alla residenza in Liguria: 0

Il totale dei positivi per provincia di residenza

SAVONA 1.519
LA SPEZIA 879
IMPERIA 1.042
GENOVA 3.570
Residenti fuori Regione/Estero 117
altro/in fase di verifica 235

Dati sulle vaccinazioni (alle 16 di domenica 28 marzo)
Dosi consegnate (fonte governativa): 336.990
Somministrate: 261.300
Percentuale tra consegnate e somministrate: 78%

Toti: “La situazione non è ancora facile, ma bisogfna guardare al futuro. Serve una road map verso la ripartenza”

"Nessuno vuole riaprire il Paese a dispetto dei numeri. E tutti ci rendiamo conto che la situazione ancora oggi non è facile. Ma questo non può e non deve impedire di guardare al futuro: invece di dire 'chiudiamo tutto e poi vediamo' potremmo stabilire una serie di date, una road map, verso la ripartenza, sempre che i dati ci confermino via via la possibilità di farlo". Lo afferma Giovanni Toti, presidente della Liguria, unica regionale del Nord in zona arancione. "Perché non dire ai ristoranti che da tal giorno, dati permettendo, potranno accogliere prenotazioni anche per la sera? Perché non dare la possibilità, suffragata da date, di organizzare un meeting per fine giugno, o un matrimonio per luglio? O banalmente un torneo di calcetto a metà maggio? Lo ribadisco, dati permettendo, ma almeno riaccendiamo la speranza. Lo dico perché la pandemia sta seguendo un andamento simile a quello dello scorso anno. E' possibile immaginare che, come già accaduto, nelle prossime settimane, con l'avanzata del caldo, della possibilità di stare di più all'aperto con le vaccinazioni che aumenteranno, i contagi diminuiranno più rapidamente dello scorso anno. Dunque, se lo scorso anno abbiamo cominciato a riaprire nel mese di maggio, forse potremmo anche anticipare un po'. Perché non ci diamo da subito delle regole e delle date? Io credo che dopo la Pasqua si possa fare. Questo chiedo come amministratore".

Football news:

Courtois su 2:1 con barca: il Real Madrid ha dimostrato di essere in grado di combattere
Messi non segna il Real Madrid dal maggio 2018
Zinedine Zidane: il Real Madrid ha sconfitto il Barça meritatamente. Non puoi scrivere tutto sul giudice
Ronald Kuman: L'arbitro ha dovuto mettere un rigore Esplicito. Ma Barca ancora una volta dovrà rassegnarsi
Sergi Roberto sulla caduta di Braithwaite: sorpreso che l'arbitro abbia immediatamente detto che non c'era nulla. Non si rivolse a var
L'ex giudice Iturralde Gonzalez crede che ci sia stato un rigore al Braithwaite. Anduhar Oliver pensa di no
Casemiro ha ricevuto 2 gialli in un minuto e salterà la partita del Real madrid con il Getafe