logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Demi Moore shock: “Violentata a 15 anni, ho salvato mia madre dal suicidio”

Tra pochi giorni uscirà la sua autobiografia in cui ci sono delle rivelazioni shock. Ecco una anticipazione.

Il 24 settembre uscirà in libreria ‘Inside Out’ l’autobiografia di una delle attrici più amate, Demi Moore. Un libro che promette di lasciare di stucco i fan della star per i contenuti shock.

La vita della Moore, infatti, è stata tutt’altro che patinata. Non solo Hollywood con grandi successi come ‘Ghost’ e ‘Soldato Jane’, o i matrimoni più o meno felici con i colleghi Bruce Willis e Ashton Kutcher, ma anche le zone d’ombra di una esistenza tormentata e messa più volte a dura prova, a partire dall’infanzia come ha raccontato in una intervista per il ‘New York Times’.

La sua storia inizia con il racconto dei continui spostamenti lungo tutta l’America con la famiglia e di una madre in depressione che periodicamente tentava il suicidio. E il primo shock arriva quando ancora bambina, un giorno è costretta ad aiutare il padre a salvare la mamma dall’ennesimo tentativo di togliersi la vita.

Ricordo di aver usato le mie piccole dita di bambina – ha raccontato al NYT – per cercare di tirare via le pillole che aveva ingoiato, mentre mio padre le teneva la bocca aperta e mi spiegava cosa fare. Qualcosa di molto profondo si mosse dentro di me in quel momento: non ero più una bambina”.

Poi a 15 anni la violenza sessuale, un trauma. A 16 anni andò a vivere con il musicista rock Freddy Moore che sposò due anni dopo. Seguirono le nozze con Bruce Willis e poi con Ashton Kutcher. E in merito al periodo trascorso con quest’ultimo ha fatto un’altra rivelazione drammatica.

Avevamo appena iniziato a uscire insieme, era il 2003 – ha ricordato – io avevo 42 anni e lui 15 di meno, sono rimasta incinta di una bambina, a cui avremmo voluto dare il nome di Chaplin Ray, ma al sesto mese di gravidanza ho avuto un aborto spontaneo“.

Seguì un periodo buio a base di droga e alcol fino a quando nel 2012 iniziò la riabilitazione. “Ora sono pulita – ha concluso l’attrice – ma allora non avevo una carriera né una relazione stabile“.

All rights and copyright belongs to author:
Themes
ICO