Italy

Elezioni regionali Calabria, si vota oggi: c’è tempo fino alle 23

Oggi, domenica 26 gennaio, gli elettori sono chiamati alle urne per le elezioni regionali in Calabria. I cittadini calabresi devono scegliere il loro nuovo presidente di Regione e la composizione del nuovo Consiglio regionale. Un voto che si tiene in contemporanea con quello dell’Emilia-Romagna. I cittadini calabresi dovranno scegliere il successore di Mario Oliverio a Palazzo Campanella, eletto alla precedente tornata elettorale con il centrosinistra e non ricandidato per le elezioni di oggi. Si vota, come da prassi, dalle 7 alle 23, in un’unica giornata. I residenti in tutta la Regione sono poco più di un milione e 900mila e per il voto delle regionali in Calabria vengono suddivisi in tre circoscrizioni: Nord (Cosenza), Centro (Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia), Sud (Reggio Calabria).

Elezioni Calabria, chi sono i candidati al governo della Regione

La sfida per la successione a Mario Oliverio è tra quattro candidati, anche se i pronostici sembrano non lasciare molto spazio a sorprese. La favorita, stando ai sondaggi pubblicati fino a 15 giorni prima del voto, è Jole Santelli, esponente di Forza Italia e sostenuta dal centrodestra unito. Contro di lei il Pd e il centrosinistra schierano l’imprenditore Pippo Callipo. Il Movimento 5 Stelle, sostenuto anche da una lista civica, presenta come candidato alla presidenza della Regione Calabria il docente universitario Francesco Aiello. Infine, il quarto e ultimo candidato è Carlo Tansi, ex capo della Protezione Civile regionale.

Quando arriveranno i risultati

Per avere i risultati definitivi delle elezioni regionali in Calabria probabilmente si dovrà attendere la notte. Ma già dalla chiusura delle urne, alle 23, verranno resi noti i primi exit poll, con i dati diffusi da alcuni istituti durante le principali trasmissioni televisive subito dopo le 23. A circa un’ora di distanza dovrebbero essere rese note le prime proiezioni sulla base delle schede scrutinate in alcuni seggi campione: i dati potrebbero arrivare intorno alla mezzanotte. Da quel momento in poi continueranno le proiezioni, prima che vengano comunicati dati più attendibili sulla base delle schede effettivamente scrutinate. Le operazioni di scrutinio andranno avanti per qualche ora nella notte e per i risultati definitivi, quindi, sarà necessario attendere un po’, anche se l’esito del confronto per la presidenza potrebbe essere chiaro già dai primi dati.