Italy

Enrico Barfucci, giornalista e scrittore: ideò l’autostrada Firenze – Mare, l’anniversario della scomparsa

FIRENZE – Il 21 settembre del 1966 Firenze perdeva uno dei suoi più ferventi innamorati, Enrico Barfucci, nome di battesimo Eraldo Enrico, giornalista, scrittore, editore. Alla città in cui era nato nell’aprile del 1888 dedicò diverse sue opere, tra esse: Il libro delle consolazioni, Lettere ad un fiorentino, Conoscere Firenze, Giornate fiorentine, Interpretazioni dell’amore, Lorenzo dè Medici e la società artistica del suo tempo.
Di umili origini, Enrico rimane orfano a undici anni. Ancora giovanissimo trascorre alcuni anni in Francia, tra Marsiglia e Grenoble, dove si reca per impadronirsi della lingua e per saziare la propria sete di conoscere e sapere. E’volontario nelle guerre di Libia e nella prima guerra mondiale rimanendo ferito in entrambi i conflitti. A Tripoli è redattore della «Nuova Italia».

Quando poco più che trentenne si ristabilisce a Firenze, calmata l’ansia giovanile dell’avventura, è la visione della sua città a suscitare in lui quel senso di amorosa devozione che in breve tempo si concretizza in numerose opere di storia e di esegesi artistica nate da un profondo, appassionato studio della vita fiorentina dagli albori del Rinascimento all’ultimo Romanticismo. L’ultima di queste opere, forse la più completa della lunga serie, è quella su Lorenzo dè Medici che pubblicata nel 1945 esce nel 1964 in una seconda edizione, ampliata e arricchita.
Spirito eclettico, redattore del Nuovo Giornale, nel 1922 fonda a Firenze l’Ente Attività per la Toscana (EAT) da cui nasce «L’Illustrazione toscana» (organo ufficiale dell’Ente, 1923-1945), di cui è appunto fondatore e condirettore. L’Ente, unito sotto il fascismo con l’Azienda autonoma del turismo, collabora alla fondazione della Federazione toscana del turismo. Nel 1927 con Vittorio Gui costituisce il primo nucleo di un’orchestra che raccogliendo elementi disseminati in piccoli complessi musicali è destinata a diventare una delle più belle istituzioni musicali d’Italia, la “Stabile fiorentina”; grazie ad essa nel 1934 ha vita “Il Maggio Musicale”. Promuove pure la costruzione del campo di golf dell’Ugolino.

Animo di artista e di poeta, egli non manca però di una visione precisa dell’avvenire in un tempo in cui il progresso sconvolge e trasforma la vita degli uomini. E’infatti sua e di un ristretto gruppo di amici tra i quali l’avvocato Del Baccarò l’idea di congiungere Firenze al suo mare con una veloce autostrada, in un momento in cui il fenomeno della motorizzazione sta nascendo: l’autostrada del Mare Firenze – Migliarino Pisano, inaugurata ufficialmente il 5 agosto 1933.

L’idea di istituire una Fiera internazionale del libro a Firenze (1922-1932) gli appartiene; essa è poi concretamente organizzata dall’editore Enrico Bemporad (presso il quale Barfucci è in seguito direttore dell’ufficio stampa e propaganda), che ne diviene presidente. Proposto nel 1922 consigliere dell’Associazione della stampa toscana, Barfucci non accetta la candidatura opponendo la mancanza dei titoli professionali. Tra il 1922 ed il 1923 mette a punto l’ordinamento regionale del turismo. Un’altra sua creazione è l’Istituto di studi sul rinascimento che realizza con Giovanni Papini e di cui diviene segretario, carica che mantiene fino al 1965.

Presidente de L’Unione fiorentina (fondata nel 1949 insieme a Giovanni Poggi, Nicola Lisi e Gianni Vagnetti) dal 1951 al 1964, cura diverse iniziative tra le quali” Il Premio del Fiorino”, una tra le manifestazioni artistiche italiane di punta. E’anche l’ideatore e realizzatore della casa editrice “Il Rinascimento del libro”. Tra gli altri enti in cui collabora si segnalano l’Istituto di studi etruschi, il Comitato fra gli enti di alta cultura, il Circolo per stranieri, il Comitato per le tradizioni popolari.
Ed è Piero Bargellini, consapevole della grandezza e dei meriti del suo concittadino, a prospettare già nel 1987 nella sua dotta pubblicazione in volumi” Le strade di Firenze “ che nel palazzo di viale Matteotti ove Enrico ha vissuto con la moglie Eva, dolce e devota compagna, si vada a ricordare con una targa la sua feconda presenza nella comunità fiorentina.

Football news:

Una deplorevole Dichiarazione di adesione a un torneo immaginario. Il presidente della Liga sulle parole di Bartomeu sulla Premier League europea
Benzema ha segnato il 30 ° club in Champions League. Questo è riuscito solo Messi, Ronaldo e Raul
Russia e Krychowiak - i migliori giocatori Loco nella partita con il Bayern per la versione Bild, Corluka e Murilo - peggiori
Allenatore di Salisburgo a proposito di Champions League: abbiamo guadagnato più di un punto in due partite
Con Lukaku è inutile giocare nella lotta di potere. Difensore dello Shakhtar Cooper sull'attaccante Dell'Inter
Ivanov servirà la partita di AZ-Rijeka In Europa League. Rotore presentato ricorso contro il suo giudizio in gioco con Loco
Gasperini su AJAX: non è facile per tutti contro di loro. L'atalanta ha fatto una bella rimonta