logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Francesco Guccini: "Mai stato comunista, voto Pd" 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Francesco Guccini: Mai stato comunista, voto Pd

Francesco Guccini (foto Fotogramma)

"Comunista? Macché. Ero pure antisovietico. Cinque anni fa feci un endorsement per un consigliere di Leu, Igor Taruffi. Una persona che stimo molto. È di Porretta. Lui sì, viene dal Pci. Una sera gli ho detto che non sono mai stato comunista. Ha fatto una faccia...". Lo dice il cantautore e scrittore Francesco Guccini in un'intervista al 'Corriere della Sera', dove parla a lungo di politica. Al giornalista che gli chiede se sia stato anarchico, risponde che "l’anarchia non esiste più" ("De André è stato anarchico", annota). "Forse libertario... Io sono sempre stato un azionista. I miei riferimenti erano Giustizia e libertà, i fratelli Rosselli".


Guccini dice poi che attualmente il suo partito è "il Pd" ("meglio Zingaretti, ma lo votavo anche quando c’era Renzi"). E aggiunge: "La sinistra ha sempre questo dramma, seimila correnti, è così dal congresso di Livorno".

Sul voto di gennaio in Emilia-Romagna, a chi gli chiede se vincerà la Lega, risponde: "Non credo, questa è una Regione governata bene. C’è un’ottima sanità e anche la scuola... Beh, quella lasciamola perdere, la scuola è un problema nazionale. Ma certi sondaggi, persone più addentro di me mi dicono che può andare bene". Sul fatto che a Ferrara abbia vinto il partito di Matteo Salvini, ammette: "Ci sono rimasto male. Anche se non mi ha del tutto stupito. In fin dei conti pure il fascismo fu subito molto forte a Ferrara". E poi aggiunge: "Questa destra è feroce, cattiva. Una destra che ha chiesto pieni poteri. C’è un’anziana signora sopravvissuta ai campi di concentramento, come Liliana Segre, costretta a girare con la scorta".

Dei 5 Stelle, che in passato ha paragonato ai Testimoni di Geova, Guccini dice: "Diciamo che hanno l’entusiasmo dei giovani che abbracciano completamente una causa ma che una volta al governo scoprono di non poter fare più i duri e puri. Certo, sarebbe meglio se qui dessero una mano".

Guccini definisce poi "un fenomeno divertente" quello delle 'sardine': "È bello - dice - riappropriarsi della piazza. Una piazza può gridare libertà". Negli anni 70 avrebbero indossato l’eskimo? "Quelli erano duri. Qui ci sono anche tanti ragazzi che provengono dall’area cattolica, dai Boy Scout". E se la invitano è pronto a farsi anche lei sardina? "Potendo, perché no".

Themes
ICO