Italy

Il Milan piega con fatica il Rio Ave ai rigori: rossoneri al tabellone principale di Europa League

Il Milan di Stefano Pioli soffre inaspettatamente e terribilmente contro il Rio Ave, va più volte vicino all'orlo del precipizio ma alla fine si qualifica al tabellone principale di Europa League con tanta sofferenza. I rossoneri, timidi nella prima frazione di gioco a cospetto di un avversario pimpante ma inferiore sulla carta, si sono squagliati come neve al sole e dopo essere passati in vantaggio al 50' con il bel gol del giovane belga Saelemaekers, abile a insaccare dagli sviluppi di un corner con un bel tiro di destro all'angolino, si sono fatti rimontare dal gol di Geraldes al 72' e di Gelson al primo minuto dei tempi supplementari.

Al minuto 121' l'episodio che fa svoltare la partita con il tocco di mano di Borevkovic, espulso per doppia ammonizione, che regala il rigore al Milan con Calhanoglu che realizza freddamente mandando la contesa ai calci di rigore. Dopo ben 24 tentativi con quattro errori dei portoghesi e tre dei rossoneri è il Diavolo a passare il turno e domani conoscerà il suo destino con gli accoppiamenti del girone. Questa qualificazione è importante anche in termini economici dato che frutterà altri 15 milioni di euro da poter investire sul mercato in questi ultimi quattro giorni infuocati che porteranno sicuramente almeno 2-3 giocatori nuovi e di livello alla corte di Pioli.

La cronaca della partita

Partita dai ritmi non troppo elevati nel primo tempo con le due squadre che passano i primi 25 minuti a studiarsi. Al 29' Mané ci prova con un azione personale e va al cross che termina tra le braccia di Donnarumma. Il Milan non riesce a rendersi pericoloso e al 41' è ancora Carlos Mané a cercare la gloria personale ma con poca fortuna. Nella ripresa i rossoneri partono con l'acceleratore premuto e al 50' trovano il gol del vantaggio con Saelemaekers che fulmina il portiere avversario con un bel tiro di destro.

Tarantini sfiora il gol di testa al 56' e al 72' arriva la prima doccia gelata per il Diavolo con Geraldes che appena entrato batte Donnarumma con un tiro potente e preciso. Calhanoglu ci prova con una bella botta da fuori all'82' e al 91' il Rio Ave per poco non chiude la pratica entro i 90'. Ai supplementari il Rio Ave ne ha di più e dopo pochi secondi passa in vantaggio con Gelson che si lancia in porta vince un rimpallo di fortuna con Kessié e solo davanti a Donnarumma sigla il gol della qualificazione per il Rio Ave. Kieszek toglie la punizione di Bennacer dall'incrocio dei pali al minuto 104' e nel secondo tempo supplementare ci prova Theo Hernandez con un bolide di sinistro al minuto 115' respinto con i pugni da Kieszek. In pieno recupero Borevkovic commette fallo di mano e già ammonito viene espulso. Dal dischetto Calhanoglu fissa il punteggio sul 2-2 e si va ai rigori.

Il tabellino

Rio Ave: Kieszek; Ivo Pinto, Borevkovic, Santos, Nelson Monte; Tarantini (75' Jambor); Filipe Augusto; Piazon, Diego Lopes (66' Geraldes), Carlos Mané (109' Gabrielzinho); Moreira (85' Gelson)

Milan: Donnarumma; Calabria, Kjaer, Gabbia, Theo Hernandez; Kessie (106' Tonali), Bennacer: Castillejo (46' Diaz), Calhanoglu, Saelemaekers (95' Colombo); Maldini (67' Rafael Leao)

Reti: 50' Saelemaekers (M), 72' Geraldes (R), 91' Gelson (R), 121' Calhanoglu (M)

Sequenza rigori: Bennacer (M) GOL, Geraldes (R) GOL, Kjaer (M) GOL, Aderlan (R) GOL, Theo Hernandez (M) GOL, Jambor (R) GOL, Brahim Diaz (M) GOL, Piazon (R) GOL, Calhanoglu (M) GOL, Filipe (R) GOL, Calabria (M) GOL, Gelson (R) GOL, Tonali (M) GOL, Gabrielzinho (R), GOL, Colombo (M) SBAGLIATO, Monte (R) SBAGLIATO, Rafael Leao (M) GOL, Pinto (R) GOL, Donnarumma (M) SBAGLIATO, Kieszek (R) SBAGLIATO, Bennacer (M) SBAGLIATO, Geraldes (R) SBAGLIATO, Kjaer (M) GOL, Aderlan (R) SBAGLIATO

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Football news:

Hans-Dieter Flick: spero che Alaba firmi un contratto con il Bayern. Il nostro club è uno dei migliori al mondo
Diego Maradona: Messi ha dato a barca tutto, portato in cima. Non è stato trattato come meritava
Federico Chiesa: spero di lasciare il segno nella Juve. Il centrocampista Federico Chiesa ha condiviso le sue impressioni sul passaggio alla Juventus
Allenatore Benfica: non voglio che sembriamo L'attuale Barcellona, non ha nulla
Guardiola sul ritorno a barca: sono felice A Man City. Spero di rimanere qui
Fabinho non giocherà con il West Ham a causa di un infortunio
Ronald Kuman: Maradona era il migliore a suo tempo. Ora il miglior messi