logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Il papa tuona ancora contro l'aborto: "Non è mai una risposta"

Papa Francesco, incontrando i partecipanti a un convegno, ha attaccato la "disumana mentalità eugenetica" e rilanciato la battaglia contro l'aborto

La pastorale di papa Francesco sull'aborto non potrebbe essere più chiara di così: "Non è mai la risposta che le donne e le famiglie cercano".

Da "come affittare un sicario" a "quello che fa la mafia", le espressioni scelte in questi sei anni e mezzo di pontificato dal Santo Padre sull'interruzione volontaria di gravidanza sono sempre state nitide. L'ultima riflessione sul tema dell'ex arcivescovo di Buenos Aires, quella appena riportata, è arrivata in relazione a "Yes to life", un convegno organizzato dal Dicastero per i laici, la famiglia e la vita della Santa Sede. Il pontefice argentino ha avuto modo d'incontrare i partecipanti all'iniziativa dalla caratura internazionale nel corso dell'udienza odierna. Il cardinale statunitense Kevin Joseph Farrrell, che presiede il citato organo del Vaticano, è intervenuto pochi giorni fa, insieme a monsignor Vincenzo Paglia, sul caso di Vincent Lambert, che ha scosso le coscienze transalpine e l'intero mondo occidentale.

La bioetica, insomma, sembra essere tornata d'attualità dalle parti di piazza San Pietro. L'evento di oggi - come riportato pure dall'Agi - ha consentito al papa della Chiesa cattolica di rilanciare la sua battaglia contro la "cultura dello scarto", quella che pensa di poter decidere chi ha diritto alla vita e chi no. Jorge Mario Bergoglio ha infatti spiegato come, a spaventare i nuclei familiari, siano "la paura della malattia e la solitudine". Ma - come anticipato - il vescovo di Roma non pensa che la soluzione individuata per prima dalle famiglie sia quella che conduce all'aborto. Prima di questo ragionamento, era arrivato l'attacco all'eugenetica.

Nello specifico, il pontefice regnante si è scagliato contro le "finalità selettive", frutto - appunto - di una "disumana mentalità eugenetica". La stessa che secondo Jorge Mario Bergoglio è in grado di privare le famiglie della "possibilità di accogliere, abbracciare e amare i loro bambini più deboli".

All rights and copyright belongs to author:
Themes
ICO