logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
o
q
y
Nothing found
ICO
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Ilva, a Genova il 90% dà il via libera ad ArcelorMittal. Ora tocca a Taranto

Genova vota quasi all’unanimità l’accordo siglato dai sindacati con ArcelorMittal. I lavoratori dello stabilimento Ilva di Cornigliano, dove la Fiom è il primo sindacato di categoria, hanno approvato l’accordo con più del 90% dei sì (90,1%). Dei 1.474 aventi diritto, hanno votato in 1.123. I voti favorevoli sono stati 1.012 (90,1%), i contrari 99 (8,8%), le schede nulle 12. Gli aventi diritto al voto nel gruppo sono oltre 13.500. Il «sì» all’accordo ha ottenuto un risultato schiacciate anche a Novi Ligure dove quasi il 90% dei votanti è stato favorevole. Qui il successo di Mittal si spiega anche con l’assunzione immediata di quasi tutti gli effettivi: 700 su 730. A Venezia-Marghera i «sì» hanno invece raggiunto `appena´ il 63% con il 35% di contrari: qui su 68 effettivi saranno assunti subito in 50 mentre in 18 passeranno all’Amministrazione Straordinaria o accetteranno gli incentivi (i «No» sono stati 18). Ieri aveva votato Racconigi e anche qui il sì ha avuto percentuali plebiscitarie (87%).

Occhi su Taranto

Adesso gli occhi sono tutti puntati su Taranto, dove da lunedì si susseguono assemblee e votazioni, le urne saranno aperte fino al pomeriggio di giovedì 13: i risultati sono attesi non prima delle 18. Fino ad adesso a Taranto hanno votato il 90% dei lavoratori (complessivamente sono oltre 10mila). Il restante 10% è composto dai lavoratori delle officine manutenzione elettrica e del laminatoio a freddo.

us!