Italy

Inps, carta d’identità elettronica per accedere ai servizi

Obbligatoria la carta d’identità elettronica per accedere ai servizi dell’Inps dedicata ai lavoratori. Ecco tutte le novità.

ROMA – Carta d’identità obbligatoria per accedere ai servizi dell’Inps dedicati ai lavoratori e non solo. E’ partita ufficialmente il 24 gennaio 2020 la collaborazione tra l’Istituto di Previdenza Sociale e il Poligrafico e Zecca dello Stato.

Con il documento digitalizzato i cittadini potranno utilizzare il Portale dei pagamenti, verificare la posizione contributiva e previdenziale e accedere ai servizi dei lavoratori. Si tratta di un primo passo verso l’addio definitivo alla carta anche nella pubblica amministrazione. In futuro, infatti, anche altri accessi potranno essere effettuati solo con la carta d’identità elettronica.

La ministra Lamorgese rassicura: “Massimo livello di sicurezza”

Massimo livello di sicurezza” per la ministra Lamorgese che ha espresso la sua soddisfazione per questo “importante sviluppo di nuove utilità per tutti i cittadini italiani in possesso dell’innovativo documento”.

La nostra azienda – ha aggiunto l’ad del Poligrafico e Zecca dello Stato, Paolo Aielli – è orgogliosa di dare il proprio contributo alla digitalizzazione della Pa“. “Con la Cie – conclude Tridico, numero uno dell’Inps – vengono ad ampliarsi le modalità attraverso cui il cittadino può accedere, tramite l’area MyInps, ai servizi online dell’Istituto”.

INPS
INPS
fonte foto https://www.facebook.com/INPS.PerLaFamiglia/

Addio alla carta

L’apertura dei servizi dell’Inps alla carta d’identità elettronica è un primo passo verso l’addio a tutti i documenti cartacei. In futuro, infatti, si cercherà di utilizzare solo il digitale ampliando le offerte e le opportunità alla Cie e a tutte le altre carte elettroniche.

La nuova maggioranza dal suo ingresso in Parlamento ha iniziato a guardare con molta attenzione questo argomento. L’accordo tra l’Inps e la Zecca dello Stato è solo un primo passo verso un qualcosa di molto più ampio. E presto anche i soldi ‘liquidi’ spariranno con la carta di credito destinata a prendere sempre più piede in Italia.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/INPS.PerLaFamiglia/

ultimo aggiornamento: 24-01-2020

Francesco Spagnolo