Italy

Le Sardine nello studio di Amici: "Pronti al debutto. Costruiamo ponti anche qui"

ROMA - La lotta per l'ambiente, l'immigrazione, la conoscenza. L'antifascismo e l'importanza della Costituzione. La lotta contro la paura. Le Sardine arrivano nello studio di Amici di Maria De Filippi per raccontare e mostrare il senso del loro impegno. "Superiamo ogni giorno la paura perché la bellezza è sempre a portata di mano". I rappresentanti del movimento hanno iniziato il loro intervento con la foto simbolo di Aylan Kurdi, il piccolo profugo siriano annegato nell'ottobre del 2015 davanti alla spiaggia di Bodrum, paradiso turistico della Turchia.

"Codardo è chi usa la paura per ottenere dei consensi e a questo bisogna dire basta e portare avanti la bellezza, che può salvare il mondo". Lo ha detto Jasmine Corallo la sardina che con a Mattia Santori, leader del Movimento, e Lorenzo Donnoli, ha aperto la trasmissione di Amici, su Canale 5.

I leader delle Sardine hanno rivendicato la scelta. Partecipare alla trasmissione Amici di Maria De Filippi è giusto. "Pronti al debutto. Con la giusta tensione di chi fa qualcosa che non ha mai fatto, ma con la felicità di portare un messaggio in cui crediamo in un posto che ci piace perché parla con l'arte, in cui abbiamo scelto di essere. Questa sera apriremo la prima puntata del serale di 'Amici'. Una decisione forte che rivendichiamo e che ci dà l'opportunità di parlare ai giovani e di portare i nostri valori in un programma che premia il talento". E' quanto scritto in un post sulla pagina ufficiale Facebook 600sardine, prima della partecipazione alla trasmissione.

"Un movimento che ha fatto della contaminazione culturale, del nuotare in mare aperto, dello stabilire la propria azione come azione di gruppo, non poteva sottrarsi ad un invito in un programma che coinvolge una fascia intergenerazionale, importante per chiunque intenda costruire ponti e abbattere steccati. A stasera". Così su Facebook Jasmine Cristallo, referente calabrese delle Sardine, in vista della partecipazione di alcuni esponenti del movimento, fra cui Mattia Santori, alla prima puntata della 19esima edizione di "Amici" di Maria De Filippi.