Italy

Lombardia, mascherina all’aperto ma solo se non c’è distanziamento

Domani, mercoledì 15 luglio, il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, firmerà la nuova ordinanza regionale che prevede l’uso della mascherina anche all’aperto ma solo se non si potrà assicurare il corretto distanziamento anti contagio tra le persone.

La decisione giunge dopo che il governatore lombardo ha recepito le indicazioni del comitato tecnico scientifico riunitosi questo pomeriggio, così come riportato dall’Ansa.

La mascherina dovrà essere utilizzata obbligatoriamente anche nei luoghi pubblici chiusi e sui mezzi di trasporto.

L’ufficialità si avrà domani dalla Regione.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.

Redazione

La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .

Football news:

Ferran Torres: Ronaldo è diventato il migliore. È un esempio per tutti coloro che vogliono raggiungere il massimo nel calcio
Barcellona non può concordare con Ter Stegen stipendio per un nuovo contratto. Il portiere vuole restare
Abbiamo imparato come il logo affascinante Dell'Islanda è apparso: Game of Thrones non ha nulla a che fare con, la fonte di audacia è il successo della squadra nazionale
Ronaldo-Casillas: orgoglioso di aver condiviso grandi momenti
Il Bayern vuole vendere Boateng in estate. Il club non ha ancora offerte
Sulscher su Europa League: il Trofeo sarebbe un grande passo avanti per il Manchester United. Vogliamo vincere qualcosa
La Juve ha contattato Zidane, Pochettino, Inzaghi, Spalletti e Gasperini per lavorare al club. L'allenatore del Real ha rifiutato