logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Matteo Renzi spacca la maggioranza: scontro sul carcere agli evasori. Italia Viva vota no, Lega lascia l'aula

La maggioranza si è spaccata sul carcere agli evasori durante la Commissione Finanze alla Camera: Italia Viva di Matteo Renzi - che ieri domenica primo dicembre ha disertato il vertice sul Mes - ha infatti votato no: "Iv resta sempre contrario, votiamo no", spiega il deputato Mauro Del Barba. Incassano comunque l'ok gli emendamenti dei relatori e del governo al dl fisco che hanno cercato una sintesi all'interno della maggioranza: resta l'innalzamento complessivo delle pene ma sarà meno consistente per i reati minori.

Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia hanno abbandonato i lavori poco prima del voto all'emendamento del governo sul carcere agli evasori. Una forma di protesta che ha riguardato, come spiegato dal leghista Massimo Bitonci, pure le norme sugli appalti.

In discussione c'erano le richieste di modifica all'articolo 39, che inasprisce il carcere per i grandi evasori. La maggioranza ha trovato un accordo per modificarlo, con un emendamento dei relatori che attenua la stretta per i reati meno gravi. Italia Viva ha però chiesto che ci sia un ulteriore intervento e ha presentato una serie di sub-emendamenti, fra cui uno che chiede la soppressione della norme che introduce la confisca per sproporzione.

Themes
ICO