logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Migranti: il cardinal Angelo Scola, non possiamo accogliere tutti. Una voce di buon senso

RIMINI – Al Meeting di Rimini finalmente una voce di buon senso della Chiesa cattolica, che argina le sparate pro immigrazione senza limiti di papa Francesco e di Mons. Nunzio Galantino, per fortuna silurato dalla segreteria della Cei.

Si tratta di una voce autorevolissima e qualificata, quella del Cardinal Angelo Scola, già arcivescovo di Venezia e Milano. Il porporato, parlando del suo nuovo libro: «Ho scommesso sulla libertà», scritto con Luigi Geninazzi ed edito da Solferino si è soffermato su due temi: la gestione dei fenomeni migratori e l’assenza del MoVimento 5 Stelle alla kermesse riminese: «Non si possono accogliere tutti e il Papa non lo pensa e non lo ha detto, non è un sostenitore della bontà dell’accoglienza sempre e comunque, ma ha solo sottolineato che stiamo facendo troppo poco».

«La Chiesa – ha continuato l’ex patriarca di Venezia – fa la sua parte, ma poi il problema tocca alla politica e lì c’è una mancanza di politica dell’Europa. Bisogna insistere in questa direzione – ha chiosato – e avere una comprensione, fare evolvere, paure che possono essere comprensibili».

E ribadisce: «È evidente che non si può accogliere tutti, il fenomeno dell’immigrazione va governato, purtroppo manca una politica europea».  Rifiuta comunque l’idea di un’Italia razzista sbandierata dalla sinistra per colpire il governo: «No, è sbagliato, semmai c’è rancore diffuso».

Themes
ICO