Italy

Provincia di Ascoli Piceno, approvato il Rendiconto di Gestione 2018: disavanzo giù di quasi 2 milioni di euro  

 img src="https://www.la-notizia.net/provincia" alt=provincia"

PROVINCIA DI ASCOLI PICENO – Con il parere favorevole dell’Assemblea dei Sindaci, il Consiglio Provinciale ha approvato nella seduta di giovedì pomeriggio il Rendiconto di Gestione 2018. Nella relazione illustrativa dell’importante documento contabile è stato evidenziato che il processo di risanamento dei conti della Provincia prosegue e che gli obiettivi previsti nel Piano di Riequilibrio Finanziario sono in corso di realizzazione come attestato dal monitoraggio operato dalla Corte dei Conti e dal Collegio dei Revisori.

Il disavanzo di amministrazione continua a scendere passando dai 18 milioni e 200 mila euro del Rendiconto 2017 ai 16 milioni e 600 mila euro del Rendiconto 2018 – ha sottolineato il Presidente della Provincia Fabianiun miglioramento conseguito soprattutto grazie ad alcune operazioni poste in essere dall’Amministrazione tra il 2018 e il 2019 quali la riduzione del debito verso la Cassa Depositi e Prestiti e la definizione di due importanti transazioni con il Comune di Ascoli Piceno e con il Credito Fondiario che ha ridotto sensibilmente l’esposizione per perdite future. Da segnalare infine la liberatoria da impegno fidejussorio a favore del Consorzio Piceno Consind per un mutuo da questi contratto. Ringrazio per il lavoro svolto il Consiglio Provinciale uscente e quello in carica da febbraio 2019”.

L’Assemblea dei Sindaci ha quindi proceduto all’elezione dei due rappresentanti dei Comuni del Piceno in seno al Consiglio delle Autonomie Locali. Prima della votazione il sindaco di Force Augusto Curti, presidente uscente del Cal ha ricordato che questo organismo costituisce una “sorta di terza carica istituzionale della Regione” essendo chiamato ad esprimere pareri obbligatori, anche se non vincolanti, su tutte le proposte di legge regionale. Inoltre ha indicato come candidato per i Comuni sotto i 5.000 abitanti il sindaco di Castignano Fabio Polini. Il Vice Sindaco di Ascoli Piceno Gianni Silvestri ha poi preso la parola confermando l’importanza istituzionale del Cal e proponendo come candidato per i Comuni sopra i 5.000 abitanti il sindaco di San Benedetto del Tronto Pasqualino Piunti. L’Assemblea dei Sindaci ha poi proceduto alle operazioni di voto eleggendo come rappresentanti all’interno del Cal i sindaci Polini e Piunti.


Il Consiglio Provinciale ha anche approvato altri due provvedimenti contemplati nell’ordine dei giorno: lo schema di convenzione per la gestione in forma associata del servizio “Servizi e Infrastrutture a rete” tra la Provincia di Ascoli Piceno e l’ATOO 5 Marche Sud e lo schema di convenzione per la gestione in forma associata del servizio “Tutela e valorizzazione ambientale” tra le Province di Ascoli Piceno e Fermo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Ascoli Picenogestioneprovinciarendiconto

Football news:

L'ex giocatore della Nazionale Australiana e Crystal Palace Edinak ha concluso la carriera
Questi stadi apriranno nel 2020: un record costoso – negli Stati Uniti, con una facciata illuminata – in Georgia
Hames vuole lasciare il Real Madrid e sta attivamente cercando un nuovo club
Tagliamo le mani? E ' una follia. Atalanta ha quasi inchiodato la Juve, ma ha perso la vittoria a causa di due calci di rigore
Direttore Juventus Paratichi: Dybala è un giocatore molto importante per noi
Arturo Vidal: Barcellona è rimasta in corsa per il titolo. E ' questo il punto
Chelsea è importante entrare in Champions League per convincere Havertz