logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Roma, prostitute vietate: nuovo regolamento

prostitute roma

Roma ha un nuovo regolamento di Polizia Urbana. Vietate prostitute, centurioni e bivacchi. Introdotta la daspo urbana per chi disattenderà le norme.

A Roma è stato varato un nuovo regolamento di polizia urbana. Tra le novità introdotte, il daspo urbano, che permette di allontanare un soggetto che abbia commesso un illecito. Il provvedimento può arrivare fino a 60 giorni in caso di recidiva. La sindaca Virginia Raggi si è detta molto soddisfatta in conferenza stampa.

Per quanto riguarda la prostituzione, il regolamento prevede il divieto di “trattare con le prostitute in strada a Roma”. L’obiettivo è quello di ridurre il senso di insicurezza e allarme generato dalla prostituzione. Il nuovo regolamento “prevede il divieto di esibire nudità o assumere comportamenti diretti a offrire prestazioni sessuali, di ingaggiare prestazioni ed appartarsi in luogo pubblico con soggetti che esercitino l’attività di meretricio” fa sapere il Campidoglio. Il fine è quello di salvaguardare anche le persone dedite alla prostituzione, che siano vittime di violenza o di sfruttamento, offrendo interventi di sostegno psicologico e reinserimento presso strutture di accoglienza.

Previsto anche il daspo urbano.

Il provvedimento si potrà applicare in 14 zone di Roma. Bevande in vetro non si potranno consumare dalle 22 alle 7 del mattino. Per quanto riguarda l’alcool il divieto è stabilito dalle 23 alle 7 , mentre dalle 2 alle 7 è vietata la somministrazione da chiunque ne sia autorizzato.

Stop ai centurioni

Nel documento è stato anche affrontato l’argomento ‘centurioni‘. I personaggi tipici dell’antica Roma non potranno più allietare le lunghe code dei turisti all’ingresso degli edifici storici. Il divieto è permanente e prevede anche la possibilità di sommare alle sanzioni l’allontanamento dall’area per 48 ore.

Istituite anche norme per il “rispetto delle fontane, che spesso si trasformano in piscine a cielo aperto” ha detto la sindaca Raggi. Sono regolamentate le sanzioni per chi farà un bagno nelle fontane storiche o le userà in modo inappropriato, pena il Daspo.

Stop anche ai cosiddetti Tour alcolici. Istituito il divieto di organizzare e sponsorizzare percorsi finalizzati al consumo di alcolici. Multe anche per chi consuma “in maniera scomposta e contraria al decoro” cibi o bevande in strada, magari senza raccogliere i rifiuti. Sanzioni in arrivo anche per chi
rovista nei cassonetti dell’immondizia e per i proprietari di cani che non avranno con loro i sacchetti per la raccolta delle deiezioni.

Themes
ICO