logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Samsung Galaxy S10, com’è davvero

Non si sdoppia e non è 5G, ma è il prodotto tecnologico del momento. Samsung Galaxy S10 è la nuova generazione di una delle famiglie più longeve nella storia degli smartphone Android. Ha un design simile al modello dello scorso anno e funzionalità che migliorano solo quando necessario. Senza rivoluzioni, si attesta comunque, proprio come è successo negli ultimi dieci anni, il telefono più atteso dagli utenti e il punto di riferimento da eguagliare o superare per la concorrenza nella prima parte dell’anno.

Tra tutte le novità annunciate da Samsung nell’Unpacked del 20 febbraio (di cui vi abbiamo parlato qui), la variante che abbiamo tra le mani è il Samsung Galaxy S10 Plus, nella sua configurazione con 8 GB di RAM e 128 GB di memoria, il cui obiettivo è diventare il miglior cellulare dell’anno e almeno ripetere il successo ottenuto dal resto dei membri della famiglia Galaxy S negli ultimi dieci anni.

Che schermone!
La prima differenza con la generazione precedente la si percepisce appena si prende in mano il nuovo modello: lo smartphone è decisamente più sottile e leggero – benché il display sia cresciuto, così come la batteria – ed è più piacevole da utilizzare, grazie a soluzioni che ne migliorano l’ergonomia, come la scomparsa del lettore di impronte digitali sul retro del device (lo sblocco ora nella parte frontale, sotto al display). Invece, non scompare (e continuiamo a toccarlo per sbaglio) il tasto dedicato all’assistente Bixby, che finalmente è disponibile in italiano.La superficie «utile» del display, come dicevamo, è cresciuta: 6,4 pollici con tecnologia Dynamic AMOLED. Ha una risoluzione QHD+ (1440 x 3040 pixel). Maggiore, non di poco, anche la batteria che arriva a 4100 mAh che, con uso medio del telefono, consente tranquillamente di arrivare a fine giornata. Sempre a proposito di batteria, Samsung con questi modelli ha introdotto una nuova funzione, Wireless PowerShare, che permette di condividere la ricarica wireless con altri smartphone, a condizione che la propria sia carica almeno al 30%.

Il look
Il design dei nuovi Galaxy S non è rivoluzionario rispetto al precedente, ma ha una novità che si fa notare. Infatti, si conferma l’acclamata tecnologia «Infinity-O Display», ma sullo schermo infinito appare per la prima volta un «buco». È la soluzione adottata dal gigante coreano per dare spazio alla fotocamera selfie (doppia nel modello che stiamo usando) in un display che ormai occupa completamente la parte anteriore. Praticamente è la risposta al notch di Apple e, come questo, esteticamente non a tutti piace. Però, nel caso in cui si preferisse un telefono dall’aspetto più “classico” è possibile mascherare il foro con una striscia orizzontale (andando però a sacrificare una piccola parte dello schermo). Per farlo, si accede al menu «Impostazioni», si sceglie l’opzione «Visualizza App» a schermo intero e quindi l’opzione «Nascondi fotocamera frontale».A proposito di fotocamere, anche qui Samsung ha battuto se stesso: entrambe le versioni includono una fotocamera posteriore tripla. Oltre al sensore standard, hanno un grandangolo e includono zoom ottico fino a 2X. Samsung ha incluso nell’intelligenza artificiale della fotocamera anche un’opzione di modalità notturna, che migliora le fotografie scattate quando c’è meno luminosità.

Il Galaxy S10 e S10 Plus hanno anche una nuova modalità chiamata «Instagram», che consente di scattare foto in cui è possibile includere AR Emojis e altri effetti, cioè di creare Storie partendo dalla fotocamera invece che dall’app di Instagram. Una differenza tra le due versioni dello smartphone si trova nella fotocamera anteriore: la S10 ha una semplice, mentre la S10 Plus ha una doppia: da 10 megapixel ƒ/1.9, accompagnata anche da un secondo sensore a 8 megapixel ƒ/2.2, per poter applicare l’effetto sfocatura anche ai selfie.

Chi acquisterà il nuovo Samsung Galaxy S10 + all’interno della confezione troverà, oltre a un alimentatore 9V/1.67°, delle cuffie stereo in-ear AKG, belle da vedere e che si sentono molto bene. Ma se – dopo aver speso la ragguardevole cifra di 1.029 euro – siete tra quelli che «fatto 30, facciamo 31», sappiate che l’abbinamento con i nuovi auricolari bluetooth Samsung Galaxy Buds (del valore di €149) è davvero un matrimonio ben riuscito, senza d’intralcio.

Disponibilità e prezzi

Galaxy S10, Galaxy S10+ e Galaxy S10e sono già disponibili nelle colorazioni Prism White, Prism Black, Prism Green e Canary Yellow (quest’ultimo solo versione Galaxy S10e). Galaxy S10+ è anche disponibile in due nuovi modelli Premium: Ceramic Black e Ceramic White. I prezzi partono da €779 per Galaxy S10e, €929 per Galaxy S10, €1.029,00 per Galaxy S10+.  .

LEGGI ANCHE

Pieghevoli e «bucati», ecco come saranno gli smartphone del 2019

LEGGI ANCHE

Samsung Galaxy A9: il primo smartphone con quadrupla fotocamera

Nella gallery qui sopra, le prime foto dei nuovi smartphone di Samsung.

All rights and copyright belongs to author:
Themes
ICO