logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Sardine, i sondaggisti disilludono Santori: "Segnale debole, se si candidassero non sposterebbero granché"

Le Sardine? "Un segnale ancora debole". Non hanno dubbi i sondaggisti che vedono il movimento capitanato da Mattia Santori come un grande punto interrogativo. "Attenzione a non scambiare le potenzialità con la realtà", avverte Ilvo Diamanti su Repubblica, seguito immediatamente dai numeri di Emg Acqua che vedono i pesciolini intorno al 30 per cento, perché "un conto è dire 'mi piacciono', un altro è tradurre questo sentimento in voti veri qualora dovessero fare un partito", spiega Fabrizio Masia.

Santori e compagni sembrano seguire le orme del fu Movimento 5 Stelle. "Il punto qui - interviene Nicola Piepoli - è capire se attirano voto nuovo, gente che sta in astensione o è insoddisfatta dagli attuali partiti, la sensazione è che ne attivino poco", commenta Roberto Weber di Ixé. Risultato? "Credo che se si candidassero le Sardine non sposterebbero granché. Pescherebbero in gran parte dal Pd. E dai partiti minori che gli orbitano attorno e valgono tra il 13 e il 15 per cento". Più chiaro di così. 

Themes
ICO