logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Sondaggi, gli italiani stanno col governo: vogliono la revoca della concessione ad Autostrade

Un sondaggio realizzato da Demopolis e andato in onda questa sera durante la trasmissione Otto e Mezzo, su La7, mostra l’approvazione degli italiani nei confronti del lavoro del governo. A partire dalla volontà di revocare la concessione ad Autostrade per l’Italia. Il 53% degli intervistati è favorevole alla revoca dopo la vicenda del crollo del Ponte Morandi di Genova. Il 42%, invece, chiede la modifica del contratto di concessione. A volere che la gestione rimanga uguale a quella attuale è solo il 5% del campione. Il sondaggio rileva, inoltre, che un quinto degli elettori ha cambiato scelte di voto rispetto alle elezioni del 4 marzo: il governo è passato dal 50% dei voti di allora a un giudizio positivo del 62% degli italiani. Si riduce, invece, il consenso per gli altri partiti.

La Lega è nettamente il primo partito, con il 32% dei voti, il 15% in più rispetto alle elezioni con un dato quasi raddoppiato. Subito dietro il MoVimento 5 Stelle al 30,2%. Molto più lontani tutti gli altri, con il Pd fermo al 17% e Forza Italia all’8,5%. Male anche Fratelli d’Italia che non va oltre il 3%, mentre nessun altro partito raggiunge la soglia di sbarramento del 3%, con Liberi e Uguali che si ferma al 2,3% e tutti gli altri sotto questa soglia. Risulta, inoltre, essere in calo l’affluenza, prevista – ad oggi – al 71%.

Demopolis chiede agli intervistati se conoscono gli attuali ministri. Quasi tutti sanno chi sono i due vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini (96%) e Luigi Di Maio (95%). Dietro di loro, molto distanziato, c’è Danilo Toninelli: il 74% del campione sa chi è il ministro delle Infrastrutture. Molto conosciuta anche la ministra della Pa, Giulia Bongiorno, al 71%, così come la ministra della Salute, Giulia Grillo (70%). Al 66% troviamo poi il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, al 63% il titolare della Giustizia, Alfonso Bonafede, e al 60% il ministro per gli Affari europei, Paolo Savona. Tutti gli altri restano sotto la soglia del 50%: meno di un intervistato su due li conosce.

Themes
ICO