Italy

Tennis, Australian Open: Fognini al terzo turno. Delusione Berrettini, fuori anche Sinner. Tutto facile per Djokovic e Federer

MELBOURNE - Fabio Fognini vola al terzo turno degli Australian Open, primo slam della stagione in corso sul cemento di Melbourne. Come al primo turno il ligure, testa di serie numero 12 del torneo, è protagonista di un'altra maratona. Dopo aver battuto lo statunitense Reilly Opelka con una grande rimonta dallo 0-2 al 3-2, Fognini ha evitato di subire la stessa fine, battendo l'australiano Jordan Thompson, 25enne di Sydney e numero 66 del mondo. Il 32enne di Arma di Taggia ha vinto i primi due set 7-6 (4), 6-1, per poi cedere i successivi due 3-6 e 4-6. Al quinto l'azzurro, dopo oltre quattro ore di gioco, si è imposto 7-6 (10-4) garantendosi la qualificazione al terzo turno, dove affronterà l'argentino Guido Pella, 22esima testa di serie, che ha battuto il francese Gregoire Barrere 6-1, 6-4, 3-6, 6-3.
Disco rosso al secondo turno per Matteo Berrettini e Jannik Sinner. Berrettini, numero 8 del mondo, è stato battuto in cinque set dallo statunitense Tennys Sandgren, numero 100 della classifica Atp, giocatore capace sul cemento di grandi exploit, tra cui i quarti di finale raggiunti propio a Melbourne due anni fa: 7-6 (9/7), 6-4, 4-6, 2-6, 7-5 il punteggio finale dopo 3 ore e 27 minuti di gioco. Nel set decisivo Sandgren ha fatto il break decisivo all'undicesimo gioco dopo aver annullato tre palle break nell'ottavo game.

RISULTATI: singolare maschile /  singolare femminile



Niente da fare anche per Sinner. Il 18enne di Sesto Pusteria, numero 82 del mondo, approdato per la prima volta al secondo turno di uno Slam, si è arreso in tre set all'ungherese Marton Fucsovic, numero 67 del mondo, ma capace di grandi prestazioni e in ogni caso giocatore di provata solidità fisica e mentale: 6-4 6-4 6-3 il punteggio finale in favore di Fucsovic, che nel primo turno aveva sconfitto la testa di serie numero 13, il canadese Shapovalov. Tennis, Australian Open: Fognini al terzo turno. Delusione Berrettini, fuori anche Sinner. Tutto facile per Djokovic e Federer

Jannik Sinner

Djokovic e Federer senza problemi

Tutto facile per Novak Djokovic. Dopo aver concesso un set all'esordio al tedesco Struff, il serbo, numero due del mondo, impiega poco più di un'ora e mezza per sbarazzarsi del giapponese Tatsuma Ito e approdare al terzo turno: 6-1 6-4 6-2 il punteggio finale in favore del campione in carica che al prossimo turno affronterà un altro giapponese, Yoshihito Nishioka, numero 71 Atp. Nessun problema anche per Roger Federer. Lo svizzero, numero 3 Atp, ha battuto agevolmente il serbo Filip Krajinovic 6-1, 6-4, 6-1 e se la vedrà con l'australiano John Millman che ha avuto la meglio sul polacco Hurkacz.
Nessuno sforzo per il greco Stefanos Tsitsipas, sesta testa di serie, che avanza senza scendere in campo a causa dell'infortunio che ha costretto il tedesco Philipp Kohlschreiber al forfait. Al prossimo turno sfida con il canadese Milos Raonic, testa di serie numero 32, che ha eliminato il cileno Cristian Garin 6-3, 6-4, 6-4.

Donne: avanti baby Gouff, ok Serena

Meno sorprese del solito nel tabellone femminile: avanzano l'australiana Barty (6-1 6-4 contro Hercog), la 15enne statunitense Cori Gauff, che in tre set ha piegato la resistenza della rumena Cirstea (4-6 6-3 7-5), la belga Mertens (6-2 6-0 su Kovinic), la danese Wozniacki (doppio 7-5 contro l'ucraina Yastremska) e l'inossidabile Serena Williams, che ha concesso soltanto cinque game a Zidansek (6-2 6-3). Bene anche la greca Sakkari (7-6 6-4 sulla nipponica Hibino) e la statunitense Riske, implacabile contro la cinese Zhu (6-3 6-1). Fa rumore l'eliminazione prematura di Caroline Garcia: la francese, numero 46 del ranking WTA, si illude contro la meno quotata Jabeur, vincendo 6-1 il primo set salvo poi cedere di schianto (6-2 6-3) sotto i colpi della tunisina.