logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Trieste, Casapound contro la commemorazione degli antifascisti. L’Anpi: “Il partito va sciolto”

Casapound contro la commemorazione di cinque antifascisti a Trieste. L’Anpi attacca: “Il partito va sciolto”.

TRIESTE – A Trieste è polemica per alcuni manifesti di estrema destra. Con questo ‘slogan’ Casapound ha ribadito la propria posizione contro la commemorazione di cinque antifascisti, uccisi nel 1941 sulla base di una sentenza emessa da un Tribunale sociale.

Il partito ha espresso il proprio no a questo ricordo con le vittime che vengono definiti “terroristi” e non “vittime o martiri”. La Digos ha aperto un’inchiesta per risalire all’identità degli autori di questo manifesto. La scoperta è stata fatta alla vigilia della commemorazione.

Botta e risposta tra CasaPound e PD

Il responsabile provinciale del partito di estrema destra, Francesco Clun, ha voluto spiegare i motivi di questi manifesti in una nota, citata da Repubblica: “Quando il Comune ha deciso di affidare questo spazio all’Associazione nazionale Partigiani d’Italia noi abbiamo espresso tutte le nostre perplessità. L’unica cosa di cui non aveva bisogno questa città è un’altra metà di pellegrinaggio per i nostalgici titini“.

Immediata la replica del PD: “Siamo amareggiati. Aprire queste ferite è inutile, mi sembra che porti alla volontà di qualcuno di farci fare passi indietro“. I democratici commentano anche la decisione del Tribunale nel 1941: “Quello era un ente fascista, non c’erano giudici ma persone in camicia nera e le condanne sono sempre state sommarie“.

CasaPound Trieste
CasaPound Trieste
fonte foto https://twitter.com/Marco_dreams

L’attacco di Anpi

E’ arrivata anche la condanna da parte di Anpi: “I manifesti affissi illegittimamente questa notte, sul carso triestino ad Opicina, da parte di CasaPound Trieste, rappresentano un atto gravissimo, che riteniamo possa configurarsi come apologia del fascismo. Questo partito va sciolto“.

La commemorazione è in programma domani (domenica 15 dicembre 2019 n.d.r.) e il manifesto di CasaPound non dovrebbe fermare il ricordo dei cinque antifascisti fucilati nel 1941 che ormai va in scena normalmente. Ma le polemiche non mancano.

fonte foto copertina https://twitter.com/Marco_dreams

ultimo aggiornamento: 14-12-2019

Francesco Spagnolo

Themes
ICO