Italy

14 positivi nel Genoa: cosa succede ora con il campionato di Serie A, Juve-Napoli a rischio rinvio

Il Genoa ha reso noto che sono ben 14 i tesserati positivi al Coronavirus. Una situazione incredibile, soprattutto per il numero di soggetti interessati. Non era mai accaduto in Serie A. Ma allora ci si chiede, a questo punto, cosa accadrà al campionato? La risposta va ponderata e va considerata seguendo tutte le linee guida dettate dal protocollo di Serie A in caso di una nuova positività: "Immediato isolamento del soggetto interessato con tutti gli altri componenti del gruppo-squadra sottoposti ad isolamento fiduciario presso una struttura concordata, che saranno sottoposti ad attenta valutazione clinica sotto il controllo continuo del Medico Sociale e sottoposti a esecuzione di tampone (anche rapido) ogni 48 ore per due settimane".

Ma non è tutto: "Esami sierologici da effettuarsi la prima volta all'accertata positività e da ripetersi dopo dieci giorni, o secondo periodicità o ulteriore indicazioni del CTS”. Nessun componente del gruppo-squadra, sempre secondo il protocollo, potrà avere contatti esterni, pur consentendo al gruppo isolato di proseguire gli allenamenti. Sta di fatto che in questo caso, sarà opportuno che si facciano le dovute verifiche per capire anche se ci possano essere o meno gli estremi per il rinvio delle prossime gare del Genoa. Resta a rischio anche la sfida tra Juventus e Napoli con gli azzurri che dovranno sottoporsi al doppio tampone prima di avere l'esatto quadro dei negativi.

Genoa, 14 positivi al Coronavirus: cosa accadrà al club e al campionato italiano

Qualcosa non ha funzionato, questo è chiaro. Solo domenica era scoppiato, in casa rossoblù, il caso di Mattia Perin, il portiere dei liguri risultato positivo al coronavirus prima della sfida del ‘San Paolo'. Dopo di lui, anche Schone era stato lasciato a casa poiché il suo tampone era stato ritenuto incerto. Il club si è subito adoperato per sottoporre i propri calciatori ad un nuovo giro di tamponi, risultati tutti negativi.

Quindi via libera per la partenza direzione Napoli con la gara iniziata alle 18 e non alle 15 come da programma. Ora la notizia, il giorno successivo, di una nuova positività al Genoa, con ben 14 tesserati contagiati. Un aspetto che lascia tutti senza parole e che mette a serio rischio, a questo punto, anche lo svolgimento della prossima sfida che la squadra di Maran dovrà giocare a ‘Marassi' contro il Torino.

Cosa succede al Napoli dopo i 14 casi di positività al Genoa

Ovviamente questo si ripercuote anche sul Napoli, che è stato avversario del Genoa soltanto ieri. Il club partenopeo dovrà dunque sottoporre nuovamente i propri tesserati al tampone e capire poi solo dopo l'esito, se ci saranno gli estremi per poter poi disputare la sfida di campionato prevista domenica contro la Juventus di Andrea Pirlo.

Una situazione che di certo dovrà essere chiarita al meglio con la calma necessaria data la delicatezza e l'unicità del caso. Sta di fatto che ad oggi tutto è ancora in bilico, con le sfide tra Genoa-Torino e Juventus-Napoli, che potrebbero anche essere rinviate. Ma bisognerà attendere i prossimi giorni per avere maggiore chiarezza sulla vicenda.

Football news:

Gareth Bale: Voglio essere amato e apprezzato. DARO ' tutto il mio potere per il Tottenham
Eugene Giner: non vedo il punto di invitare messi in RPL. Prima facciamo il campionato a livello di almeno Spagna
Piqué ha accettato di una riduzione del 50% dello stipendio a Barcellona prima della fine della stagione
L'ex difensore di Rostov Bashtush è passato dalla Lazio all'Arabia Al-Ain
Schwartz sulla Dinamo: L'impressione della base di allenamento è eccellente
L'attaccante Metz NYAN è il miglior giocatore della lega 1 a settembre. È il leader della gara dei marcatori
Miranchuk è in grado di giocare in quasi tutti i club del mondo. L'ex-centrocampista Loko Drozdov sul Rookie Atalanta