Italy

Aborto, Salvini offende le straniere. Pd: “Giù le mani dalle donne”. Brignone: “Vergogna”

Non si sono fatte attendere le reazioni alla dichiarazione shock di Matteo Salvini sull'aborto, e le parole offensive contro le donne straniere definite "incivili", perché occuperebbero i pronto soccorsi con le loro continue richieste di interruzione di gravidanza.

Tra le prime a intervenire in difesa delle donne straniere è la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, che sul suo profilo Facebook scrive così: "‘Non puoi arrivare a prendere il pronto soccorso come la soluzione a uno stile di vita incivile'. Parole gravissime, come sempre strumentali, contro le donne. Di fronte a consultori sempre più depotenziati, all'aumento dei medici obiettori, alla mancanza di politiche per le famiglie, Salvini decide di fare un'uscita così: ignorando la legislazione in vigore, colpevolizzando chi non vuole affrontare una gravidanza, mettendo in discussione il diritto di scelta. L'ennesima vergogna".

"Salvini la spara ogni giorno più grossa perché è in difficoltà. Con offese, teorie stravaganti e numeri a casaccio. Per fortuna nei pronto soccorso italiani non ascoltano le sue provocazioni. Giù le mani dalle donne. Giù le mani dalla sanità italiana", ha commentato su Fb il segretario Pd Nicola Zingaretti.

Matteo Salvini, poco dopo aver lasciato il palazzo dei Congressi dell'Eur, dove oggi pomeriggio ha tenuto il suo comizio durante la manifestazione della Lega ‘Roma torna capitale', ha rincarato la dose, spiegando che il suo ragionamento è legato a motivi di sicurezza: il ricorso frequente all'aborto, oltre ad essere uno "stile di vita incivile", metterebbe anche a rischio la salute delle donne. Il leader del Carroccio ha motivato così le sue critiche: "Se ritengo che le donne che abortiscono siano incivili? Se si arriva alla settima interruzione di gravidanza significa che si sbaglia stile di vita. Sono d'accordo con i medici che dicono che la donna è libera di scegliere ma se in poco tempo si viene a chiedere la settima interruzione di gravidanza…bisogna spiegarle come ci si comporta. Io rispetto il diritto di scelta di tutte le donne ma la settima è un rischio per la salute".