In azione, nella notte, gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni: è stato arrestato N.G., 38enne del posto, in quanto responsabile del reato di resistenza a pubblico ufficiale, e di aver aggredito la sua ex fidanzata, rubandole anche il telefono.

L'intervento

Gli agenti, a seguito di una segnalazione di una aggressione, si sono recati presso l’abitazione a Cava de’ Tirreni. Sul pianerottolo davanti alla porta di casa, vi era l’uomo che inveiva con minacce ed offese,  nei confronti della sua ex fidanzata e del suo attuale compagno lì residente, in preda ad uno stato d’ira dettato dalla gelosia nei confronti della donna. Gli agenti hanno bloccato l’uomo nei suoi tentativi di aggressione, non senza difficoltà. Pochi minuti prima, mentre la donna stava rientrando a casa con la sua auto, era stata seguita e fermata dall’ex, il quale con la forza la aveva trascinata fuori dalla vettura, rubandole con violenza il cellulare dalla tasca del cappotto. La donna terrorizzata si era rifugiata presso l’abitazione dell’attuale compagno, dove è stata raggiunta dall’ex, che ha iniziato a malmenare anche il ragazzo ed i suoi fratelli, intervenuti in sua difesa. Dopo averlo condotto presso gli uffici del commissariato per gli accertamenti di rito, N.G. è stato in arresto e posto ai domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del giudizio direttissimo.
 

In Evidenza