Italy

Aria al posto della benzina: ecco come difendersi dalle truffe del distributore

Il rischio di impianti che taroccano il rifornimento è alto. Sia chiaro: i benzinai sono onesti. Ma i furbetti sono sempre in agguato: ecco come rendergli la vita difficile

di Renato Dainotto

Qualche mese fa a Napoli sono stati individuati due impianti di rifornimento che con un trucchetto elettronico erogavano, con la benzina, anche un po’ di aria. Nel primo impianto, la Guardia di Finanza ha scoperto su una colonnina di distribuzione, ben nascosto, un apparato radio che veniva attivato tramite un telecomando e che bloccava l’erogazione del carburante, ma non il totalizzatore del prezzo che, al contrario, scorreva a gran velocità. In un tombino sotterraneo occulto del secondo impianto i finanziari hanno trovato anche una minuscola leva che faceva girare a vuoto il totalizzatore del prezzo sin dal momento in cui la pistola veniva estratta dalla colonnina, facendo così pagare all’ignaro cliente l’aria al prezzo del carburante...

Ora, non è la prima «truffa-benzina» e non sarà l’ultima. Ma è bene chiarire subito un punto: la categoria dei gestori delle aree di rifornimento è costituita da persone oneste che svolgono un lavoro importante e faticoso, e che spesso sono d’aiuto agli automobilisti in panne. Ma come in tutte le categorie, anche qui si possono annidare i furbetti. Sono stati scoperti operatori che allungavano la benzina o il gasolio con olio motore di scarto (quello dei cambi olio), olio vegetale di recupero dalle friggitrici, gas di scarto nel GPL. I furbetti hanno molta fantasia. Quindi fiducia, ma attenzione. Anche perché non sono soltanto le truffe a mettere nei guai gli automobilisti: anche questi possono commettere degli errori, dovuti a distrazione o a ignoranza. Ecco alcuni consigli per sventare tentativi di truffa e per fare tutto come si deve.

Football news:

Stefano Pioli: Theo potrebbe essere uno dei migliori difensori estremi del mondo
Arteta vuole che Seballos rimanga Nell'Arsenale: è diventato un giocatore veramente importante per noi
Mourinho sullo scontro tra Sona e Lloris: è perfetto. Se vuoi dare la colpa a qualcuno, sono io
I giocatori del Real Madrid rinunceranno ai premi per tutti i trofei che vinceranno questa stagione
Barcellona è sicura che firmerà Lautaro entro ottobre. L'Inter vuole 90 milioni di euro e un giocatore
Aitor Karanka: se c'è una squadra in grado di riconquistare Man City, è il Real Madrid
La Juventus e L'Atletico hanno iniziato i negoziati per il trasferimento di Lacazetta. Anche l'Inter è Interessato a loro