Italy

Boccuzzi: “La nuova Carige? Risanata e più forte sul territorio. Ma l’integrazione è indispensabile”

L’intervista. “Al rafforzamento è funzionale l'operazione di business combination individuata durante l'amministrazione straordinaria, che siamo impegnati a realizzare in stretto coordinamento con il Fondo interbancario”

Genova – Ha alle spalle vent'anni di carriera in Banca d'Italia, il neo presidente di Carige, Giuseppe Boccuzzi. Ed è stato direttore generale del Fondo Interbancario per la tutela dei depositi per sei anni: in quel ruolo - nel 2019 - ha seguito il commissariamento di Carige operato dalla Bce e il relativo salvataggio "di sistema" che ha visto il Fondo sottoscrivere gran parte dell'ultimo aumento di capitale, diventando primo azionista della banca con circa l'80% del capitale.

Il lavoro condotto nei tredici mesi di commissariamento le ha permesso di conoscere la banca ligure in tempi non sospetti. A seguito della prematura scomparsa dell'ex presidente Vincenzo Calandra Buonaura, l'assemblea dei soci lo ha appena nominato presidente. Come interpreterà il mandato?
«Con spirito di continuità con l'azione svolta in questo anno dagli organi aziendali, focalizzata sulla sana e prudente gestione della banca, sul miglioramento delle performance e sul sostegno creditizio al tessuto economico locale».I risultati 2020 mostrano che la pandemia ha impattato sull'attività della banca, costringendo il cda a modificare il piano strategico e rinviare di un anno il ritorno all'utile. «I risultati conseguiti dimostrano che la direzione intrapresa è quella giusta, nonostante il Covid, come è accaduto per tutto il sistema bancario, abbia rallentato il raggiungimento dei target. Faremo di tutto per migliorare ulteriormente le performance della banca. Tutta la struttura è impegnata in questo senso, grazie alle nuove scelte strategiche impresse dal consiglio e alle iniziative intraprese dal top management per il riorientamento produttivo e distributivo e la riorganizzazione interna».

Che tipo di banca diventerà Carige, nell'arco del piano strategico?
«La mission è chiara: il rafforzamento del ruolo di banca del territorio per soddisfare al meglio le esigenze di famiglie e imprese, specialmente in un contesto difficile come quello attuale, caratterizzato da incertezza. L'istituto sarà in grado di intercettare le opportunità che si presenteranno, compatibilmente con le proprie dimensioni patrimoniali, anche a seguito delle misure di intervento che verranno realizzate dal governo con i fondi europei».

Basterà rafforzare il ruolo di banca del territorio per garantire all'istituto ligure un futuro oltre l'arco di piano?

«Al rafforzamento è funzionale l'operazione di business combination individuata durante l'amministrazione straordinaria, che siamo impegnati a realizzare in stretto coordinamento con il Fondo interbancario, nostro azionista di maggioranza. In questa prospettiva si inquadrano le misure di ricapitalizzazione realizzate nel 2019 dal Fidt e da Cassa Centrale Banca, con l'autorizzazione dell'autorità di vigilanza. Gli obiettivi della nostra azione sono il risanamento della banca e l'integrazione aziendale». 

Football news:

Cavani è tornato in allenamento e probabilmente giocherà con Crystal Palace
Fabio Capello: la Juve ha giocato a Rugby contro il porto. Solo Ronaldo e Chiesa sono in grado di fare la differenza in questa formazione
Neymar: ho postato come mi riprendo da un infortunio e non ho ricevuto messaggi con le parole: Wow, che professionista. Nessuno
Ole-Gunnar Sulscher: il lavoro dei giudici è molto difficile e senza ulteriore pressione. Dobbiamo prendere le loro decisioni
Joan Laporta: sono sicuro che Messi non rimarrà nel Barça se non vinco io le elezioni. Dà al club il 30% delle entrate
Trent ha idolatrato Gerrard fin dall'infanzia ed è entrato in una fiaba: ha ricevuto da Steven la cura e la benda del capitano. Una storia di relazioni meravigliose
Il recupero di Hazard dopo l'infortunio è ritardato. Probabilmente non giocherà con L'Atletico il 7 marzo